Ecommerce: con Soisy i pagamenti per gli acquisti online si fanno a rate

Il futuro degli ecommerce? I pagamenti differiti o a rate.

Una soluzione sempre più in linea con le nuove esigenze dei consumatori, disposti a pagare prezzi anche più elevati per avere una consegna rapida e personalizzata.

Dare la possibilità a clienti di pagare un acquisto online a rate e semplificare ulteriormente i pagamenti, potrebbe essere una scelta molto vincente per gli ecommerce e per aumentare il loro giro d’affari.

E lo dimostra il successo di alcune aziende Fintech che si sono recentemente lanciate in questo settore.

Una in particolare è Soisy, startup italiana nata come piattaforma P2P, la quale ha poi deciso di virare verso il business dei pagamenti a rate.

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Pietro Cesati, CEO di Soisy, per domandargli come funzionano i pagamenti a rate sugli ecommerce.

Ciao Pietro, ci spieghi com’è nata l’idea e perché hai deciso di lanciarti nei pagamenti a rate per l’acquisto sul web?

Inizialmente mi sono interessato al mondo del p2p lending perché, dopo una lunga esperienza nelle banche tradizionali, ero giunto alla conclusione che ci fossero burocrazie e inefficienze così radicate da rendere impossibile un cambiamento dall’interno.

Abbiamo deciso di costruire Soisy con un approccio lean: attraverso test costanti correggiamo la rotta per soddisfare i bisogni dei nostri utenti.

In quest’ottica è molto importante l’ascolto del cliente, non ci si può barricare dietro “scritte in piccolo” perché le sue critiche ci permettono di correggere il tiro e di migliorare costantemente.

Proprio per questa ragione, ascoltando i clienti e osservando l’uso che facevano del nostro servizio, nella seconda metà del 2017 abbiamo deciso di correggere ulteriormente il tiro e diventare la prima società italiana di marketplace lending.

In pratica si tratta di un business fondato sui principi del p2p lending, ma che coinvolge nel processo ecommerce che così possono offrire il pagamento rateale ai propri clienti direttamente nel loro checkout di pagamento.

L’utente che richiede un finanziamento, dopo una rapida e accurata procedura di approvazione, ottiene immediatamente l’approvazione in caso di esito positivo.

Noi accreditiamo subito la somma all’ecommerce che non deve più preoccuparsi di nulla visto che Soisy si occupa di incassare le rate del finanziamento.

Come funziona? Qual è il valore aggiunto rispetto agli altri gateway di pagamento retail?

Il funzionamento del nuovo servizio Soisy, per ora l’unico di questo tipo in Italia, è molto semplice: chi desidera acquistare va sul sito dell’ecommerce e sceglie gli articoli desiderati.

Al momento di pagare, se il merchant è partner di Soisy, l’utente ha la possibilità di richiedere in pochi secondi, da pc o smartphone, la rateizzazione dell’importo.

Attraverso un controllo istantaneo sui SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie) e altre verifiche effettuate con sistemi proprietari, Soisy stabilisce l’affidabilità creditizia del richiedente.

Se l’esito dei controlli è positivo il finanziamento viene approvato, l’utente visualizza le condizioni economiche proposte - in genere più vantaggiose di quelle messe a disposizione dalle società finanziarie tradizionali, a parità di merito creditizio - e può scegliere se accettarle o rifiutarle.

Se le accetta, il finanziamento va a buon fine e Soisy accredita la somma richiesta direttamente all’ecommerce partner, mentre il cliente si porta a casa la merce.

L’intera operazione dura pochi minuti e non è necessario l’invio di documenti cartacei.

Per sviluppare un sistema di questo tipo, che deve soddisfare sia i richiedenti che i merchant coinvolti, era necessario rendere fluido tutto il processo, evitando frizioni da entrambe le parti.

Per questa ragione abbiamo investito molto nello sviluppo di una piattaforma dotata di un’architettura estremamente innovativa, basata interamente su API.

L’integrazione nei portali dei partner è perfetta, fluida e con una user experience di altissimo livello: compilando pochi dati, in soli 3 minuti su un ecommerce siamo in grado di dare un primo esito (sì/no) alla richiesta di rateizzazione.

In Soisy facciamo tutto in digitale e l’integrazione sugli ecommerce dei partner è rapidissima.

Qualche ecommerce ha già implementato questa funzione sul suo sito web? Com’è andata?

Sì, abbiamo diversi ecommerce partner che hanno scelto di offrire il pagamento rateale ai loro utenti.

Direi che sta andando molto bene. Fino a ora i settori che si sono mostrati più ricettivi sono stati lo sport, la moda, l’arredamento.

Un esempio fra tutti può essere il caso di TimeSport24, un ecommerce specializzato in articoli per sport, salute e benessere che è stato tra i primi ad aderire al nostro servizio.

TimeSport24 ha registrato, tra novembre 2017 e metà maggio 2018, ben 585 richieste di finanziamento “peer-to-peer” da parte dei propri utenti.

Quasi i due terzi di queste domande (67%) hanno passato i controlli che facciamo su ogni richiedente venendo, quindi, approvate in pochi secondi.

Se vogliamo parlare di dati, in totale in quel periodo specifico (da novembre 2017 a metà maggio di quest’anno), sono stati finanziati complessivamente 188.820,00 euro verso Timesport24 (una media di 656,00 Euro per singola richiesta).

Questa nuova forma di finanziamento ha contribuito a produrre un aumento del 16% del fatturato di TimeSport24, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Questo dato conferma quello che diciamo da tempo: offrire ai clienti la flessibilità nella scelta di pagamento consente di intercettare nuovi utenti e di crescere come azienda.

E Timesport24 è solo un esempio: lato arredamento potrei citare EmmaMaterasso o ArredaClick, Wanan nel mondo della moda e del luxury o SixthContinent.

Come stanno cambiando, secondo te, le modalità di pagamento sui siti ecommerce?

Soisy è la testimonianza che le cose cambiano e molto velocemente, e che il cambiamento non va visto come uno spauracchio ma come un'opportunità da cavalcare: da quando abbiamo cambiato il nostro modello di business e proposto il nostro sistema di pagamento sugli ecommerce cresciamo del 20% mese su mese, praticamente il 500% in un anno.

Inoltre, non possiamo sottovalutare l’impatto della PSD2, la direttiva europea entrata in vigore a gennaio per promuovere lo sviluppo dei pagamenti in mobilità attraverso l’open banking: permetterà a sempre nuovi attori di movimentare i conti correnti con il consenso dei clienti.

Questa opportunità porterà a nuove forme di pagamento smart e veloci direttamente dal conto corrente del cliente, quindi starà anche agli stessi e-commerce ed esercenti essere ricettivi nei confronti del cambiamento e delle molteplici novità che entreranno in scena nei prossimi mesi.

 

No Comments

    Leave a reply

    ecommerce-soisy-il-futuro-nei-pagamenti-online-a-rate
    [i]
    [i]