Coinbase lancia un tool per accettare Bitcoin sul tuo e-commerce

L’attenzione sempre più crescente nei confronti delle criptomonete ha spinto molti commercianti ad abilitare le proprie piattaforme e-commerce per accettare pagamenti in Bitcoin o in altre monete virtuali.

Mentre una delle più popolari piattaforme abilitanti – Stripe – ha recentemente annunciato di voler terminare il supporto a Bitcoin, Coinbase ha deciso di entrare nel mercato offrendo una nuova opzione per i commercianti online.

Coinbase – che è meglio conosciuto per il suo servizio che converte fiat in bitcoin, Ethereum, Litecoin o Bitcoin Cash – è valutato in 1,6 miliardi di dollari dopo aver raccolto 100 milioni di dollari lo scorso anno.

La società ha riferito di aver fatturato un miliardo di dollari nel 2017, servendo oltre 10 milioni di utenti. Ora, sta cercando di dare ai rivenditori un’opzione più flessibile per raccogliere i pagamenti in criptomonete.

Coinbase Commerce – il suo nuovo servizio lanciato questa settimana – permette agli esercenti di aggiungere opzioni di pagamento in criptovaluta direttamente al loro flusso di pagamento esistente o aggiunto come opzione separata, insieme a PayPall o alle altre carte di credito.

A differenza delle precedenti soluzioni di Coinbase, è ospitata indipendentemente dai servizi della borsa in modo che un commerciante possa ricevere monete virtuali direttamente nel proprio wallet su Coinbase.

Il commerciante riceve quindi il pagamento in valuta virtuale e può successivamente prelevarlo trasformandolo in valuta corrente, naturalmente pagando le commissioni a Coinbase.

Commissioni che dovrebbero aggirarsi intorno all’1% della transazione medesima.È anche supportato in tutto il mondo, quindi non solo negli Stati Uniti.

Coinbase commerce funziona come un plug-in che si scarica in pochi minuti dal sito ufficiale inserendo il proprio numero di telefono ed indirizzo e-mail.

I pagamenti sono gestiti e controllati attraverso una dashboard dalla grafica semplice e intuitiva. Coinbase Commerce è integrato su Shopify tramite app/plugin oppure è integrabile tramite documentazione tecnica.

I negozianti che vendono i loro prodotti on-line su Shopify potranno quindi farsi pagare, ad esempio, in Bitcoin.

Allo stesso modo, chi ha una certo numero di Bitcoin può spenderli per acquistare oggetti concreti: un uso che avvicina sempre di più le crypto alle valute fiat, slegandole dalla rigida etichetta di beni o asset di investimento.

Coinbase offre quindi una nuova soluzione, anche se i commercianti continuano a essere riluttanti. Se da una parte stanno emergendo nuove opportunità per ridurre le commissioni e velocizzare le transazioni, gli esercenti potrebbero essere ancora impauriti a causa della volatilità dei prezzi.

Bitcoin, Ethereum e altri hanno registrato un 2017 da record, salvo poi tuffarsi in un bagno di sangue nel corso dell’ultimo mese che ha visto gli stessi valori calare drasticamente, con un Bitcoin sceso da 20mila a 9mila dollari.

Rimane il fatto che chi li possiede può spenderli e per il Merchant è un modo aggiuntivo di ricevere pagamenti (non guasta mai averne molti)

Lo stesso Lanieri ha introdotto da tempo il pagamento tramite Gateway di Bitcoin, se vuoi approfondire l’argomento su come fare ti consiglio l’articolo dedicato.

No Comments

    Leave a reply

    coinbase-lancia-un-tool-per-accettare-bitcoin-sul-tuo-e-commerce-ecommerceschool-blog-formazione-in-e-commerce-management
    [i]
    [i]