Il tuo ecommerce fattura e sta crescendo? Ecco perché può implodere…

Mi capita spesso di scorrere sponsorizzate sui Social con il claim “Fatturato 1 milione in 6 mesi” o cose del genere…come se per l’ ecommerce l’importante fosse il fatturato.

E’ vero che la prima difficoltà quando si lancia un ecommerce è quello di farlo crescere e produrre fatturato, ma le vere difficoltà vengono in una fase successiva quando i volumi aumentano.

Può sembrare contro intuitivo, ma se non stai ben attento, il tuo ecommerce può implodere parallelamente alla crescita.

In questo articolo ti riassumo i principali fattori da tenere in considerazione, stai bene attento a non sottovalutarli, l’alternativa è chiudere.

1) Marginalità:
Si prende troppo spesso sotto gamba il listino ed il mark up sui prodotti, fissando i prezzi a caso oppure impostando marginalità flat su tutte le categorie, invece ogni prodotto deve avere un suo prezzo ed essere posizionato al meglio all’interno del paniere prodotti.
Per far questo ti possono tornare utili i prezzi dinamici, una lettura dei prezzi dei tuoi competitor ed una corretta gestione del listino.
Non guardare al fatturato, perché può farti implodere, ma concentrati sull’aumento dei profitti dalle singole vendite.

2) Errata Gestione della cassa (CashFlow)
Nell’ecommerce incassi subito dai clienti mentre (solitamente) paghi i fornitori almeno a 30 gg.
Questo farà si che la tua cassa sia in attivo in poco tempo e quella liquidità sul tuo conto ti farà venire la voglia di effettuare diversi investimenti o ulteriori acquisti.
Sei sicuro che puoi spendere quei soldi o parte di questi?
Stai attendo perché se non controlli a dovere i flussi di cassa reali, potresti ben presto implodere e trovarti in rosso nel lungo medio periodo.

3) Affidarsi alle banche
Se il tuo controllo di gestione è inesistente o fa acqua da tutte le parti, potresti ben presto non poterti autofinanziare con il cashflow e rivolgerti a istituti di credito per avere liquidità corrente.
E’ un bel guaio in quanto ti metti in casa degli interessi passivi che ti andranno a rodere il margine.
Assicurati di affidarti alle banche solo per investimenti strutturali che possono produrre un utile o un aumento di fatturato a stretto giro, non per pura liquidità.
Se ti manca la liquidità nella gestione, evidentemente non la stai tenendo bene sotto controllo o il business sta perdendo soldi invece di produrli.

4) Non automatizzare
Quando cresci e aumenti le vendite, tutto aumenterà, dalle spedizioni, alla gestione dei clienti, ti servirà una piattaforma performante che “regga” il volume crescente di ordini, un customer care potenziato e molto altre automazioni che ti permetteranno di non dover assumere risorse umane per il lavoro operativo e tenere l’azienda più liquida possibile e bassa di costi.
Ma dovrai indirizzare al meglio gli investimenti dando le giuste priorità alle automazioni in una scaletta ben precisa.
Se dovrai infine assumere risorse queste saranno dedicate ai lavori a valore aggiunto dove le macchine non possono automatizzare le logiche umane.

5) Non misurare il Roas e gli investimenti Marketing
Quanto ti costa acquisire un cliente? E quanto puoi spenderlo per acquisirlo?
Quanto vale ogni cliente nel suo completo ciclo di vita (ossia quante volte riacquista mediamente?)
C’è un tetto oltre il quale non puoi andare negli investimenti marketing e non tutti i canali sono profittevoli per il tuo business.
Sbilanciare gli investimenti e spendere di più del dovuto per acquisire nuovi clienti può farti implodere.

6) Errata gestione degli acquisti
Se gestisci un magazzino sai bene che ogni volta che acquisti dei prodotti è come se mettessi dei soldi per terra.
La legge di Pareto insegna che mediamente l’80% del fatturato si fa con il 20% del catalogo e ti posso assicurare che è quasi sempre una regola.
Fare gli acquisti sbagliati e mettersi in casa dei prodotti che non ruotano, ti inchioderanno il cashflow e diminuiranno l’utile e sarai costretto a svenderli spesso anche rimettendoci.
Un controllo delle rotazioni e una corretta gestione degli acquisti è vitale per un’azienda sana e che vuole crescere, non sottovalutare  l’attività del Buyer all’interno del tuo business.

7) Inseguire anzitempo le nuove tecnologie
Molti consulenti o Agency ti vorranno vendere sempre le ultimissime tecnologie, quelle appena uscite.
Devi sapere che, se sarai il primo a inseguirle, sarai anche il primo a investire e dunque con buona probabilità farai da cavia ai programmatori che sperimenteranno su di te il rischio di implementare tecnologie nuove, ancora instabili.
Assicurati che i tempi siano maturi per investire in tecnologie realmente solide (vedi Magento 2.0 appena uscito che ha messo in crisi moltissime aziende perché totalmente instabile e divenuto pronto solo dopo diversi mesi con la 2.3) ed evita di fare da cavia.
Manda in avanscoperta i tuoi competitor e chiedi le giuste referenze ai tuoi partner tecnologici.

Questi sono solo alcuni dei punti da tenere in considerazione per non implodere con il tuo ecommerce, ma ce ne sono anche molti altri.

Il controllo di Gestione è fondamentale.

Personalmente li ho vissuti tutti sulla mia pelle, facendo ecommerce dal 2002 e quello che insegno (insieme ai migliori relatori del settore) nel Corso in Ecommerce Management non è solo come evitarli, ma come implementare le corrette soluzioni di gestione (tramite case studies e live session di software da implementare).

La parte di Management al corso occupa uno spazio molto importante perché in Italia nessuno lo insegna ed invece è vitale per poter crescere e prosperare.

L’alternativa è implodere.

Questa formazione, pratica e corredata da casi studio reali, non ha prezzo ed è l’unica e riconosciuta in Italia da oltre 800 partecipanti in 8 edizioni con soddisfazione 100% dei corsisti (qui puoi vedere i testimonial o sulla nostra pagina Youtube).

Se vuoi partecipare alla prossima edizione ed avere un sistema certificato da implementare nel tuo ecommerce, ancora pochi biglietti sono disponibili ad un super prezzo lancio, vedi subito l’offerta:
→ https://www.ecommerce-school.it/corso-ecommerce-management-e-web-marketing-avanzato/

Il programma quest’anno sarà nuovamente aggiornato e ci saranno tanti nuovi casi studio reali (oltre quelli passati che potrai accedere tramite video extra) per 30 ore in aula + circa 40 ore di approfondimento, manuale operativo, tanti Bonus Extra  e certificazione Ecommerce School.

Trovi tutte le informazioni sulla pagina ufficiale del corso:
→ https://www.ecommerce-school.it/corso-ecommerce-management-e-web-marketing-avanzato/

 

 

E-commerce & Web Marketing Manager, Formatore ed Autore. Preparo ed aiuto i giovani a diventare Ecommerce Manager e le Aziende ad aumentare i fatturati.
No Comments

    Leave a reply

    il-tuo-ecommerce-fattura-e-sta-crescendo-ecco-perch-pu-implodere