News

Così Ebay Annunci e Marketplace affrontano la competizione dei colossi del commercio online

Il commercio elettronico è ai suoi massimi storici e la competizione si fa sempre più ardua con colossi tech che non solo potenziano la vendita online, ma stanno supportando la stessa anche attraverso un’espansione fisica, acquisendo store e retailer e investendo nella logistica.

Malgrado le aspettative, Ebay sta gestendo la pressione di questi giganti (Amazon e Alibab, ndr.), in modo davvero egregio.
Solo mercoledì ha riferito, infatti, che il suo volume lordo di merci è aumentato del 7% nell’ultimo trimestre rispetto all’anno precedente.

Se alcuni investitori potrebbero non avere gradito la previsione di utile di Ebay, molti rivenditori potrebbero trarre una lezione importante dal lavoro svolto per resistere alla crescente concorrenza.

Ebay, quest’anno, ha investito in modo molto aggressivo sul marketing, lanciando lo spot televisivo «Fill Your Cart With Color», dove il gruppo ha voluto puntare moltissimo sull’individualità e l’auto espressione, facendo leva sul desiderio degli acquirenti di sentirsi sempre più speciali e seguiti durante l’acquisto.

Lo spot, di fatto, non suggerisce agli acquirenti di vedere Ebay come un’alternativa ad Amazon, ma pone l’attenzione su uno dei principali problemi che oggi ha Ebay: molte persone non capiscono, infatti, in che direzione l’azienda si sta muovendo.

«Individualità e auto-espressione sono al centro del marchio eBay – ha dichiarato Karl Isaac, Vice Presidente di Global Brand di eBay -.

Mentre i consumatori perseguono le loro passioni e rifiutano la conformità, sia nel commercio che nella cultura.

‘Fill Your Cart With Color’ celebra le cose che veramente rendono le persone uniche, e si connette a ciò che le persone amano di Ebay, da oggetti nuovi e unici a esperienze personalizzate. Ora, più che mai, Ebay consente alle persone di trovare esattamente ciò che amano ed esprimere chi sono»

Quando Ebay divenne praticamente «mainstream» negli anno ’90, era più che altro un luogo dove acquistare oggetti usati, collezionabili o dove i genitori trovavano l’ultimo pezzo di Barbie per fare un regalo ai figli.

Come un luogo d’asta.
Oggi, però, l’87% delle transazioni su Ebay non rappresentano acquisti d’asta.
L’azienda sta, infatti, cercando di riqualificare i consumatori per pensare la piattaforma come una destinazione di shopping full service.

Spingendosi anche nel mercato dei consumatori di lusso.

Recentemente l’azienda ha, infatti, lanciato Ebay Authenticate, una nuova funzione che permetterà ai venditori di acquisire un plus in più e quindi di vedersi verificare i propri beni come autentici.

Inizialmente, il servizio si concentrerà su borse e portafogli di lusso in 12 marchi di fascia alta, tra cui Louis Vuitton, Chanel, Hermes, Gucci, Prada, Burberry, Dior, Fendi, Balenciaga, Goyard, Celine e Valentino.

L’azienda aveva annunciato il lancio imminente di eBay Authenticate nel mese di gennaio, dicendo che il servizio sarebbe arrivato prima della fine dell’anno.

Già all’epoca Ebay aveva spiegato che il servizio risultava necessario a seguito di una sempre più crescente quantità di utenti che si rivolgono allo shopping online per acquistare articoli di lusso pre-usati, ma spesso poi esitano a farlo a causa del rischio falsificazioni.

Inoltre, le borse sono una categoria particolarmente popolare sul sito di Ebay, giacché negli USA ne viene venduta una ogni 13 secondi.

Ovviamente la mossa di lanciare un servizio di autenticazione ha molto a che vedere con la competizione, non solo dei colossi tech, ma anche di numerose startup che hanno impigliato buona parte del business du Ebay.

Il servizio è tuttavia facoltativo per i venditori e permetterà di elencare borse di lusso e portafogli del valore superiore ai 500 dollari e quindi ricevere l’80 per cento del prezzo di vendita finale.

Il programma è un’espansione delle attuali misure anti-contraffazione di Ebay, compresi gli strumenti di rilevamento, i meccanismi di applicazione, e le sue relazioni esistenti con i marchi, i rivenditori e le forze dell’ordine.

Il suo programma «Verified Rights Owner» è in corso dal 1998 e ha consentito a oltre 40mila titolari di diritti di segnalare eventuali merci contraffatte.

Post correlati

L’ecommerce nel Regno Unito vale 153 miliardi di euro nel 2016

Marianna Siani

Alex Tew e la storia di The Million Dollar Homepage: il ragazzo da un Milione di Dollari

Francesco Chiappini

Il social network di Amazon per promuovere i prodotti mobile e il Social Commerce

Marianna Siani

Lascia un commento

Accetto e dichiaro di aver letto l’Informativa Privacy

cos-ebay-annunci-e-marketplace-affrontano-la-competizione-dei-colossi-del-commercio-online-ecommerceschool-blog-formazione-in-e-commerce-management