Come scegliere il Miglior corriere per il tuo Ecommerce

La domanda quale corriere utilizzare per un ecommerce è tra le più diffuse in rete.
In questa guida troverai delle utili informazioni per sceglierlo al meglio.

Parti dal presupposto che non esiste un “buon” corriere ma solo quello più adatto a ciò che vendi ed alle necessità del tuo business.

Il livello del servizio in Italia è piuttosto scadente, per una serie di motivi.
L’elevato costo della benzina e le basse tariffe che devono offrire per essere competitivi, producono spesso un servizio caotico e personale al risparmio, oltre che turni massacranti per i padroncini che consegnano.

Inoltre con l’aumentare della crisi sono aumentati i furti.
Personalmente ne ho subiti molti soprattutto nel settore orologi, fitness e smartphone (ma prometto che sarò imparziale nell’articolo 🙂 ).
E’ bene essere assicurati.

Il cliente riconosce il corriere come un’ estensione del tuo ecommerce, come il braccio finale.
Al cliente non importa che quel pacco (dove ha speso 5 euro di spedizione) arriva dall’altra parte dell’Italia.

Oggi i clienti online sono abituati alla spedizione gratuita oppure a servizi come Amazon Prime che con 9,99 hai la consegna gratis per un anno su tutti gli acquisti.
Vogliono spendere poco ed avere il massimo del servizio.

Vediamo allora come scegliere al meglio il tuo corriere, prima però ecco un comodo indice dell’articolo:

PRINCIPALI OFFERTE:

Velocemente un elenco dei principali corrieri espresso (con consegna nelle 24/48h):

  • BRT
  • SDA
  • TNT
  • DHL
  • UPS
  • GLS

In ordine di tariffe più economiche i più aggressivi sono BRT e SDA, seguiti da TNT e GLS.
Questo in base ai contratti che sono riuscito a strappare in questi anni, pertanto tu potresti avere dati diversi.

Non ho incluso servizi come spedireweb o altri simili perchè sono gestiti sempre dai corrieri sopracitati.

Sda è di proprietà delle Poste da qualche anno, mentre BRT è un’azienda familiare italiana.
Tnt, Dhl, Ups e Gls/Fedex sono invece multinazionali presenti in tutto il mondo.

CONOSCI LE TUE ESIGENZE:

Molti ecommerce hanno esigenze diverse, tra queste:

Vendere all’estero
Se devi spedire all’estero escludi Sda e Brt perchè non hanno sedi estere e filiali ma si affidano ad altri corrieri internazionali applicando il loro sovrapprezzo.

I Tempi di resa per l’estero possono essere lunghi, assicurati che non lo siano troppo.

Tipologia di merce
Quello che vendi  può essere ben trasportabile da un corriere e meno da un altro. Ci sono corrieri specializzati in trasporto di un prodotto specifico come può essere il vino o l’arredamento.

Volume e peso della merce
Sono importanti nel calcolo delle tariffe pertanto prima di farti fare un preventivo è bene conoscere la dimensione media dei colli e il loro peso per andare a trattare le tariffe relative.

Le tariffe possono essere a peso o a volume, se spedisci merce molto voluminosa ti faranno una tariffa a volume altrimenti a peso.

I corrieri espresso sono spesso molto cari sui pacchi molto grandi, se puoi permetterti la consegna in 4-5 gg ci sono molti corrieri NON espresso che possono offrirti tariffe molto più basse sui pacchi voluminosi.

Il Prezzo
Si cerca sempre il miglior prezzo in termini di spedizione ma spesso tra due corrieri ci sono differenze di un euro sulla stessa fascia tariffaria.

Se un corriere ti offre un servizio migliore di un altro valuta se assorbire l’euro in più nel tuo prezzo di vendita e offrire un servizio leggermente migliore (oltre che per te meno problemi).

IL CONTRATTO

I corrieri espresso offrono gratuitamente un contratto annuale di spedizione con tariffe da concordare.

Il tuo obiettivo è di strappare un buon contratto con delle ottime tariffe.
Probabilmente non riuscirai sin dall’inizio ad avere le migliori tariffe ma devi almeno iniziare.

Quando contatti un corriere per la prima volta per avere un preventivo non dire che hai iniziato ieri e che non sai quante spedizione farai, ma fatti un calcolo di quante spedizione conti di fare in un anno e arrotonda in eccesso 🙂 quando parlerai con il corriere.

Se stai iniziando contatta più corrieri per avere preventivi diversi e usali per contrattare e spuntare il prezzo migliore da uno.

Nel contratto non valutare solo il costo della tariffa ma anche le voci extra:

  • Supplemento Carburante (Fuel Surcharge)
  • Spese di Giacenza
  • Telefonata al cliente per la consegna
  • Spese per Contrassegno
  • Consegna al piano
  • Assicurazione

Spesso sono proprio queste voci che fanno lievitare la tariffa, evita spiacevoli sorprese trattando su queste alla stipula del contratto.

Il Supplemento carburante è una percentuale (mediamente dello 0,50%) che applica su tutte le spedizioni.

Può capitare che i clienti richiedono la consegna previo appuntamento telefonico, spesso questo servizio ha un sovrapprezzo (alcuni corrieri come Sda non lo effettuano)

Il corriere scarica sempre la merce a bordo camion, la consegna al piano (anche piano terra :)) non è inclusa, ma è disponibile con sovrapprezzo.

IL REFERENTE DI ZONA

Ogni corriere espresso ha un suo commerciale di zona, che ti attiverà il contratto e potrai chiamare quando avrai bisogno.
Con i corrieri più spedisci e più avrai problemi di ritardi, giacenze, finte consegne, furti, smarrimenti e danneggiamenti.

Avere un commerciale che ti risponde al telefono e ti fa da tramite oppure un call center che realmente ti aiuta puoi immaginare quanto sia importante.

E’ vero che se sei un cliente piccolo e spedisci pochi pacchi mese, daranno la precedenza a chi spedisce di più.
Ma crescendo tieni in considerazione questo fattore.

PERCHE’ LAVORARE CON PIù CORRIERI

Il contratto che hai con un corriere non è esclusivo, è dunque consigliato avere più contratti e metterli in competizione.

Ci sono dei corrieri che consegnano molto bene in delle province e meno in altre.
Questo perchè le varie filiali sono gestite in maniera indipendente e la qualità dipende da chi le gestisce.

Puoi utilizzare diversi corrieri per diverse province (o città). Se un corriere in una zona ti crea problemi devi avere la possibilità di sostituire una sola filiale e non l’intero corriere.

L’obiettivo è di dare sempre il miglior servizio al cliente.

Tutti gli ecommerce dovrebbero lavorare con più corrieri invece puntano ad affidare spesso tutte le spedizioni ad uno cercando la tariffa migliore a scapito spesso del servizio.

Inoltre avere più contratti di permetterà ogni anno di trattare condizioni migliori “minacciando” di passare tutte le spedizione al concorrente.

AUTOMATIZZARE LO SCAMBIO DATI

Un altro aspetto importante è la possibilità di automatizzare lo scambio dati, ossia l’invio e ricezione di documenti di trasporto, numero di tracciatura della spedizione (tracking number), dei dati relativi allo stato di consegna, etc.

La maggior parte offrono un IT interno per implementazioni anche complesse dei dati.
Per farti un esempio per un mio cliente invio i dati al corriere (tramite ftp) che stampa i documenti di trasporto (ddt) e un codice a barre (lo stesso codice sarà già sul pacco).

Non c’è mail, telefonata al corriere per prenotare il ritiro della merce, stampa del ddt.
Questa è una delle massime integrazioni che ti permette di farti risparmiare un sacco di tempo.

Scriverò in un articolo dedicato come automatizzare questo processo.

Se però non hai un programmatore o volumi di spedizioni importanti, puoi utilizzare dei validi plugin per il tuo CMS che gestiscono sia i tracking number sia le mail transazionali.

Segnalo anche un ottimo software tutto italiano di recente uscita, Qaplà, che integra nel vostro CMS tutti i dati dei corrieri, le mail transazionali (che avvisano il cliente dello stato dell’ordine) e molto altro per gestire al meglio le vostre spedizioni.

ASSICURAZIONE

Il corriere ti ripaga un euro al kg con l'assicurazione base.
Se vendi prodotti di valore devi assolutamente avere un'assicurazione sulla merce.

Un assicurazione detta "All risk" può venirti a costare 0,20% (valore medio) sul valore assicurato.
Significa che se il tuo prodotto costa 100 euro paghi 20 centesimi di assicurazione.

Puoi farti anche un assicurazione esterna sui trasporti, dove spesso si incontrano tariffe migliori, ma valuta i costi accessori e la franchigia (ossia il minimo che trattengono da ogni rimborso). Personalmente non la consiglio.

Altro valore importante è il tempo di rimborso. Se subisci un furto di 1000 euro dovrai rispedire la merce al cliente e sarai fuori di 2000.

Assicurati che non siano oltre 30 gg. Se i tempi sono lunghi utilizza la fattura che devi pagare come merce di scambio.

IMBALLI A PROVA DI BOMBA

Un consiglio è quello di imballare sempre al meglio i pacchi, qualsiasi corriere si utilizza.
Se immagini un corriere che poggia lentamente un pacco sul camion sappi che le fiabe non esistono.

Nei centri di smistamento vengono scaricati e caricati in diversi camion e finiscono spesso tra altri pacchi pesanti.

Se i tuoi oggetti sono fragili utilizza cartone doppia-onda (più spesso), angolari, polistirolo e avvolgi con film estensibile.

Ridurre le rottture è un obiettivo.
Non è piacevole per il cliente aprire il pacco e vedere il prodotto rovinato. Inoltre avrai un nuovo ordine da gestire dove non ci guadagnerai niente.

Considera che la maggior parte dei feedback negativi sono dovuti alle problematiche legate alla consegna (come se fosse colpa tua!).

I corrieri addebitano comunque la spedizione anche se avvenuto un danneggiamento.
Puoi rintracciarle nella tua fattura per fartele rimborsare.

E' capitato che avvenissero furti in pacchi aperti e poi richiusi.
Per questo non devi usare nastro "fragile" o facilmente reperibile, ma nastro personalizzato, così sarà visibile il segno di effrazione e non potranno ricoprirlo con altro scotch uguale.

Proteggere i tuoi pacchi con ottimi imballi ti servirà a poter giudicare meglio il corriere, altrimenti avrai un giudizio negativo e condizionato per i vari danneggiamenti (che accadono con ogni corriere).

CONCLUSIONI

Sul web è pieno di discussioni su quale corriere scegliere e ognuno dice la sua parlando male o bene di ognuno, consigliando quello che utilizza, ma sono tutti punti di vista soggettivi.

Chi vende lampadari in vetro ha delle esigenze diverse rispetto a chi vende tshirts.
Una volta che hai chiaro cosa ti serve e conosci le tue esigenze potrai scegliere il miglior corriere per te!

Spero che questa guida ti sia utile, continua a seguirmi!

Siamo anche su facebook!

 

 

E-commerce & Web Marketing Manager, Formatore ed Autore. Preparo ed aiuto i giovani a diventare Ecommerce Manager e le Aziende ad aumentare i fatturati.
86 Comments
  1. Stefano M. 17 marzo 2015 at 14:01

    Ottimo articolo come sempre. Giusto un paio di considerazioni: non è vero che SDA non effettua consegna su appuntamento.

    Tra i corrieri citati raccomanderei i lettori a valutare anche Nexive che è il primo operatore postale privato. A quanto ne so è l’unico che non applica la tariffa volumetrica, cioè quella che tiene in considerazione sia le dimensioni che il peso.

    Nexive in fase contrattuale ti permettere si scegliere se pagare solo in base al peso o solo in base al volume. Non applica costi per il supplemento carburante né di giacenza. Il rovescio della medaglia è che il servizio di consegna non è espresso (1/2 giorni) ma ne impiega 3/5.

    Infine due parole positive anche per qaplà: è utilissimo e con le loro mail transazionali puoi inviare (ad esempio) la mail di richiesta feedback quando il pacco è veramente consegnato e non a caso tot giorni dopo la spedizione.

    vota commento
    Reply
    • Lilly 12 giugno 2016 at 1:11

      Nexive è il peggior corriere con cui ho avuto a che fare, effettuò molti acquisti online e penso che di peggio non si possa trovare.

      vota commento
      Reply
      • Francesco Chiappini 14 giugno 2016 at 13:28

        Ciao Stefano,

        altri parlano bene di Nexive, e io personalmente non ho avuto grandi sventure. Puoi essere più specifico?

        vota commento
        Reply
      • piero 13 luglio 2016 at 17:48

        salve, io ho utilizzato nexice per un centinaio di spedizioni, poi dopo ritardi e assurde attese per le consegne, ho abbandonato questo corriere, il più brutto provato fino ad oggi.

        vota commento
        Reply
      • Carmine 12 settembre 2016 at 21:48

        Io conosco un sito dove puoi vedere le tratte dei camion che viaggiano a vuoto e con pochi soldi dopo aver contattato l autotrasportatore ho fatto recapitare la mia moto da Roma a Milano per 50 euro.

        vota commento
        Reply
        • davide 25 settembre 2016 at 10:01

          come si chiama questo sito?

          vota commento
        • marco 17 dicembre 2016 at 7:52

          bella idea, ma se te la rubano?

          vota commento
      • marco 17 dicembre 2016 at 7:51

        assolutamente d’accordo, nexive è vergognoso, mi hanno contattato la sera alle 21 dopo avermi ignorato per 5 giorni
        scandalosi e ignoranti, tutte le filiali, nessuna esclusa

        vota commento
        Reply
      • ludicus 13 gennaio 2018 at 15:06

        sono d’accordissimo. con nexive mai successo che vada a buo fine qualcosa. mi hanno perso un pacco, mai piu’ ritrovato. ritardi sempre,e quando va bene ti lasciano l’avviso nella buca e scappano senza neppure suonare. e se per caso perdi l’avviso di una raccomandata non te la cercano. e ti sei fatto 20km per prenderla. statene alla larga se potete.

        vota commento
        Reply
  2. Vincenzo 25 marzo 2015 at 10:01

    Ciao,
    complimenti per l’articolo.
    Sarebbe utile, in base alla tua esperienza, avere dei suggerimenti più approfonditi su quali corrieri usare in relazione alla merce da spedire?

    O hai già redatto qualche articolo dove parli in modo specifico dei corrieri e metodi di spedizione?

    Gazie.

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 25 marzo 2015 at 12:23

      Ciao Vincenzo,

      personalmente (e mi riferisco alla mia esperienza diretta) sono dell’idea che se vendi prodotti facilmente trasportabili, non preziosi e di piccole/medie dimensioni, i corrieri di primo prezzo possono andare bene (BRT e SDA per esempio). L’importante come detto nell’articolo è differenziare i corrieri e lavorare con più di uno. In linea generale il servizio dei trasporti in Italia è piuttosto scadente, ma in questo modo lavori con le migliori filiali di ogni corriere. Non mi sento di consigliare alcun corriere, dopo anni di disservizi, furti e danneggiamenti! Attualmente sto lavorando con BRT, TNT e DHL.
      Ciao
      Francesco

      vota commento
      Reply
  3. Gianluca Comandini 25 marzo 2015 at 20:19

    Ciao Francesco, articolo interessante, condivido in pieno il discorso che il corriere va scelto in maniera mirata a seconda del tipo di merce devi trasportare.
    Io personalmente nella mia attività utilizzo Artoni e Fercam per spedire merce piuttosto fragile come complementi d’arredo.
    Una curiosità, quali sono i corrieri a cui ti riferisci quando dici
    “se puoi permetterti la consegna in 4-5 gg ci sono molti corrieri NON espresso che possono offrirti tariffe molto più basse sui pacchi voluminosi.”?
    Un paio di nomi?
    Grazie mille
    Gianluca

    vota commento
    Reply
  4. Alvaro Da Silva 23 maggio 2015 at 12:27

    Buongiorno, Francesco.

    Sono Alvaro Da Silva, il Responsabile Commerciale di e-motion|made4ecommerce.

    La invito a conoscere la nostra soluzione per le Spedizioni: http://www.e-motion.com/spedizione/.

    Noi abbiamo lavorato tanto per creare un servizio che risponde a tutte le domande di chi ha un e-commerce. Con noi, non si lavora con un corriere, ma con tutti i principali corrieri e sempre utilizzando il corriere ottimale. In più, lo facciamo senza chiedere nessun impegno di volume, nessun costo fisso, in modalità 100% pay-per-use. Curiosamente, il nostro sistema usa le ottime notifiche di Qaplà – anche esse gratuite per chi spedisce con noi.

    Ah, mi dimenticavo: abbiamo dei moduli gratuiti per Prestashop e Magento, che consentono di spedire direttamente dal back-office del negozio con un click.

    Saluti,

    Alvaro Da Silva

    vota commento
    Reply
    • Luigi 5 novembre 2015 at 23:17

      Buongiorno Signor Alvaro, utilizzate anche BRT come corriere sulla vostra piattaforma?

      vota commento
      Reply
      • Francesco Chiappini 9 novembre 2015 at 11:09

        Ciao Luigi,

        ti rispondo io per conto di E-motion, si gestiscono i principali corrieri nazionali.

        Grazie
        Francesco

        vota commento
        Reply
    • angela treccani 23 giugno 2016 at 15:02

      Buongiono Sig. Alvaro
      sono Angela Treccani
      Product Manager del Calzificio Schinelli abbiamo unnsito e-commerce http://www.calzitaly.it
      potrebbe contattarmi
      per cortesia.
      grazie
      Angela Treccani

      vota commento
      Reply
  5. Roberti Fumarola 22 giugno 2015 at 13:05

    ciao Francesco, articolo utilissimo!

    Grazie mille per la citazione di Qapla’.
    Consiglio anche io e-motion per il livello dei servizi e perchè le persone alle quali l’abbiamo consigliata alla fine la stanno utilizzando con soddisfazione.

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 22 giugno 2015 at 17:35

      Ciao Roberto,

      Grazie per il commento!
      Sto avendo numerosi feedback positivi su E-motion e spero di poterlo provare quanto prima con qualche nostro cliente.

      A presto,
      Francesco

      vota commento
      Reply
  6. Emanuele Bosi 25 giugno 2015 at 17:43

    Buonasera Francesco,
    il servizio alert di Google mi ha catapultato sul tuo blog.
    Occupandomi professionalmente di trasporti, conosco bene le specificità della logistica distributiva legate alla vendita online e leggo sempre con interesse gli interventi come il tuo cercando di fare tesoro delle esperienze altrui.
    In questo ambito, come hai giustamente scritto anche tu, non esistono certezze assolute ed i giudizi non possono che essere soggettivi.
    Detto questo, conoscendo molto bene l’argomento che hai trattato nell’articolo, mi sento di farti i complimenti per la chiarezza e la sintesi con cui hai ricondotto tutta la questione a sistema.
    E dato che, per quello che ho potuto leggere, le informazioni che offri ai tuoi utenti sono di qualità, permettimi di segnalarti quelle che a mio parere sono delle imprecisioni o delle generalizzazioni che non rispondono completamente al vero e che potrebbero fuorviare chi legge.

    -Quando dici : “Se devi spedire all’estero escludi Sda e Brt perchè non hanno sedi estere e filiali ma si affidano ad altri corrieri internazionali applicando il loro sovrapprezzo” esprimi un giudizio che può essere vero per la tua specifica situazione ma non lo è affatto in termini assoluti.
    Molte aziende che fanno e-commerce, in alcuni casi anche di dimensioni non trascurabili, spediscono ad esempio all’estero con BRT a prezzi estremamente vantaggiosi.
    Il tutto dipende sempre da molti fattori che non possiamo valutare a monte.
    Fattori che non sono solo legati al volume e alle caratteristiche del traffico ma anche, e di questo spesso non si tiene conto, dalle specifiche politiche di prezzo geograficamente praticate dal corriere, dall’allineamento o meno agli obbiettivi di traffico e fatturato per area territoriale.

    -Quando dici: “Quando contatti un corriere per la prima volta per avere un preventivo non dire che hai iniziato ieri e che non sai quante spedizione farai, ma fatti un calcolo di quante spedizione conti di fare in un anno e arrotonda in eccesso quando parlerai con il corriere.
    In realtà non funziona così. Questo poteva essere parzialmente vero qualche anno fa, ma oggi, complice la crisi e la lotta alla riduzione dei prezzi che ha caratterizzato il settore, le aziende di trasporto hanno chiuso e stanno chiudendo i rubinetti. Questo perchè le scontistiche (che dipendono dai volumi di traffico) non sono più generalizzate ma vengono ponderate in maniera molto attenta. Pensare di “approfittarsi” è oggi molto difficile, soprattutto per chi inizia.

    -Quando parli di coperture assicurative, le percentuali che fornisci come percentuali medie in realtà potrebbero esserlo forse (non lo so) per la tua zona e per aziende che hanno volume di traffico simile al tuo.
    Ti garantisco però che non sono valori medi nazionali ma anzi, sono molto vicini alla soglia minima rintracciabile sul mercato.

    Mi sono permesso di scriverti solo per fornirti uno spunto di riflessione ulteriore e non per screditare il tuo lavoro.

    Slt

    Emanuele Bosi

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 27 giugno 2015 at 22:48

      Ciao Emanuele,

      Grazie per il tuo commento, che ho molto apprezzato.

      Per le assicurazioni sui trasporti ovviamente le tariffe variano a seconda del peso del cliente, invece in merito a Brt e Sda che costano meno per spedire all’estero personalmente non mi hanno mai offerto prezzi migliori. Quando succederà potrò concordare con te, ma anche qui ogni caso è a se e non si può generalizzare.

      Infine un commerciale che gestisce un ecommerce deve sempre e comunque cercare di strappare il prezzo migliore :), anche se è vero come dici tu che i corrieri ormai ci hanno fatto il callo.

      Grazie per le osservazioni!
      Ciao
      F.

      vota commento
      Reply
  7. Pino Forte 3 luglio 2015 at 19:05

    Ciao,
    segnalo anche io l’ottimo servizio offerto da e-motion. Con loro: prezzo fisso in base a volume e peso! Basta sovrapprezzi carburante, zone disagiate etc etc
    e consegnano in tutta Europa.
    saluti

    Pino

    vota commento
    Reply
  8. Alessandro 14 luglio 2015 at 10:55

    Ciao a tutti!
    Avrei bisogno di un consiglio, devo scegliere il corriere per il mio ecommerce e non so quale contattare per primo.
    . vendita in Italia
    . prodotti detergenti
    . 6kg e 20kg per cartone
    . 30€ e 80€ per cartone
    Grazie in anticipo

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 14 luglio 2015 at 12:32

      Ciao Alessandro,
      non avendo particolari necessità puoi valutare i corrieri espresso più conosciuti.

      Ciao
      F

      vota commento
      Reply
  9. Stefano 1 settembre 2015 at 10:58

    Buongiorno,

    vorrei segnalare http://www.webcourier.it che per caratteristiche di servizio, di assistenza e di risparmio (prima spedizione € 2,99), di sicuro interesse!
    Grazie per l’attenzione.

    vota commento
    Reply
  10. Salvina 3 settembre 2015 at 23:27

    Ciao, io per spedire utilizzo http://spediresubito.com è un broker! Non mi applicano il volumetrico ma pago solo per il peso effettivo, usano DHL UPS TNT e FEDEX. Vendo su ebay, sono d’accordo che il cliente ti identifica anche dal corriere che gli effettua la consegna!
    Poichè credo che un corriere espresso non consegni solo i miei pacchi ma porti in giro anche i miei valori… dopo tanto penare in materia mi sono affidato a loro e devo dire la verità, una volta affidati i pacchi, mi dimentico delle consegne!

    vota commento
    Reply
  11. Francesca Martignago 23 novembre 2015 at 17:22

    Buonasera,
    gestisco l’e-commerce di un negozio colori che da circa un anno vende on-line,attualmente usiamo Bartolini ma riscontriamo difficoltà in quanto:
    -le spedizioni per ora non sono tante quindi ci applicano una tariffa non agevolata
    -i nostri articoli variano continuamente di peso e volume e il prezzo base dell’articolo è molto basso
    Risultato per un valore merce di 35 € dal peso di 5 kg si viene a pagare 15-20 € di trasporto.In altri casi il trasporto supera addirittura il valore della merce.
    Avete qualche soluzione da consigliarmi?Purtroppo abbiamo perso parecchie vendite in quanto il trasporto era troppo alto in proporzione al valore della merce e fare un prezzo fisso non è fattibile.
    Vi invito a guardare il sito iso-color.it cosi potrete vedere valore e ingombro merce.
    Grazie in anticipo

    Francesca

    vota commento
    Reply
  12. pixel 7 dicembre 2015 at 12:49

    Molto interessante l’articolo.

    ho inziato attività ecommerce da circa 2 anni e ora ho 1000 spedizioni al mese tutte espresse.
    ho provato gls, nexive, sogetras…

    non ho ancora provato brt, la tariffa quanto è vantaggiosa?

    GLS anche se veloci, mettono troppe tariffe extra su 1500 euro di fattura 200 sono extra (con soli 2-3 giacenze e pochi ztl)

    vota commento
    Reply
  13. Eduard 22 gennaio 2016 at 0:24

    Ciao Francesco,
    Innanzitutto complimenti per l’articolo.
    Io da poco ho avviato una piccola attività su ebay, dove vendo prevalentemente merce leggera e di ridotte dimensioni, inserita dentro delle buste imbottite.
    Vorrei chiederti se per caso conosci corrieri che spediscono buste a basso prezzo, perchè navigando in giro per ebay vedo articoli che costano pochi euro (inclusa spedizione), addirittura meno del solo costo della prioritaria e ordinaria delle poste.
    Grazie in anticipo e buona serata
    Eduard

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 22 gennaio 2016 at 10:25

      Ciao Eduard,

      Grazie per i complimenti.

      Per la spedizione di buste io mi sono sempre trovato bene con UPS o Nexive.
      Il modo migliore è di contattare i corrieri e richiedere un preventivo dedicato su quel tipo di imballo.

      Ciao
      Francesco

      vota commento
      Reply
  14. David 4 febbraio 2016 at 22:21

    Ciao Ragazzi complimenti per il Blog

    Devo dire che io sono uno del settore che ha infinite possibilità sia in loco sia online.

    Corrieri come Fedex, Dhl , UPS , TNT , GLS , SDA sono tutti nel nostro pacchetto courier con la aggiunta dei prodotti internazionali di xxx una validissima alternativa per gli invii di piccoli pacchi internazionali ad un costo molto contenuto.

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 9 febbraio 2016 at 16:21

      Ciao David,
      Abbiamo cambiato i riferimenti alla tua azienda che stavi promuovendo con delle x.
      I commenti sono fatti per chiedere informazioni o contribuire non per fare markette.

      Grazie,
      Francesco

      vota commento
      Reply
  15. Fabio 18 marzo 2016 at 23:27

    Rispettosamente le dico che non ho ricavato alcuno spunto di interesse dal suo articolo.
    Quanto letto era già a me noto, posto che ci sono varie inesattezze riguardo i servizi più o meno offerti. La percentuale del fuel surcharge e significativamente più alta dello 0,5% da lei dichiarato. Per quanto riguarda le tariffe, i corrieri oramai le accordano in relazione alla quantità di spedizioni.
    La differenza è minima, ridicola, parliamo di 10/20 centesimi.

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 21 marzo 2016 at 16:06

      Ciao Fabio,

      al corso ho portato due esempi di contratti con 2 euro di differenza sui primi scaglioni.
      La differenza c’è tra chi spedisce molto e chi poco. Sicuramente sotto un limite non possono andare sono già troppo competitivi soprattutto brt e sda e questo si ripercuote sul servizio spesso.
      Mi spiace tu non abbia trovato spunti interessanti, se hai domande specifiche siamo qui per risponderti,
      A presto
      Francesco

      vota commento
      Reply
  16. Debora P 1 aprile 2016 at 9:48

    Salve Francesco,
    Innanzitutto complimenti per il tuo sito web: offre spunti interessanti e consigli davvero utili.
    Ti scrivo perché sto lavorando all’apertura di un negozio on-line: offrirò arte, preziosi e prodotti molto delicati.
    Quindi trovare dei corrieri adatti a questo tipo di trasporti e che offrano garanzie e assicurazioni in situazioni spiacevoli (furto, danneggiamento ecc.) è fondamentale, anche perché molti di questi prodotti sono dei veri e propri pezzi unici, non riproducibili. Perciò, in base alla tua esperienza, quali sono i corrieri che offrono servizi di trasporto in linea con queste esigenze?
    Buona giornata!
    Debora

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 2 aprile 2016 at 17:30

      Ciao Debora,
      grazie per i complimenti.

      Mi riapri una ferita chiusa 🙂 in quanto ho subito per conto di un cliente diversi furti (uno da 220k) e considera che quando avviene, spesso le assicurazioni risarciscono parte del furto (si tengono una franchigia).

      Non esiste un corriere adatto, per mia esperienza personale i furti li ho subiti per la maggiore con i corrieri più economici e più di rado con quelli pochino più costosi. Ma altri potrebbero dire diversamente.
      Dipende dalla tipologia di merce, seguendo un cliente che vende smartphone puoi capire che è un prodotto che fa molto gola.

      In generale i corrieri offrono assicurazioni all risk, BRT per esempio rimborsa fino al 100% a fronte di una percentuale sul valore in fattura per ogni spedizione (circa lo 0,20). Puoi decidere se assicurarti con il corriere stesso oppure con assicurazioni esterne.

      Considera che se subisci un furto la merce al cliente la devi rinviare subito quindi sarai esposta finanziariamente e il rimborso da parte del vettore non è immediato.
      Avere l’assicurazione con lo stesso corriere a volte è utile perchè l’importo del furto te lo puoi giocare sul pagamento della loro fattura.

      Detto questo l’imballo è importante, anche se parlando con un collega che segue un sito che vende acquari mi diceva che elimando completamente l’imballo e lasciando solo degli angolari sui bordi di polistirolo le rotture sono diminuite molto in quanto il corriere vedendo il vetro poneva più cura.

      In bocca al lupo per il tuo ecommerce!
      Saluti
      Francesco

      vota commento
      Reply
      • Debora P 5 aprile 2016 at 11:06

        Grazie per la gentilissima risposta è per il tuo in bocca al lupo! ?

        Saluti

        Debora

        vota commento
        Reply
        • Francesco Chiappini 6 aprile 2016 at 10:27

          a te!
          Francesco

          vota commento
  17. Anna C 4 aprile 2016 at 21:18

    Buonasera Francesco, grazie per questo articolo! Sto avviando un’attività di e-commerce che si occupa di vendita di cibo e accessori per animali. Per il momento ho ricevuto la convenzione di 2 corrieri: BRT e GLS, i costi convenzionati sono molto simili con un leggero vantaggio per GLS. Il problema è che entrambi utilizzano la tariffazione volumetrica e capisci bene che un pacco di crocchette da 10 KG è parecchio grande, facendo quindi due calcoli è saltato fuori che la spedizione mi costa più (molto di più) del ricavo che avrei su quel pacco di crocchette!!! Ergo, spedire un pacco da 10 KG mi costa quanto se ne pesasse 90 KG! Ma allora come fanno i miei concorrenti a spedire a tariffe sotto i 5€ o addirittura gratis?

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 6 aprile 2016 at 10:01

      Ciao Anna,
      richiedi una tariffa a Peso!

      Grazie
      Francesco

      vota commento
      Reply
      • ANNA C 8 aprile 2016 at 21:47

        Ciao Francesco, purtroppo per i nuovi clienti non applicano tariffe a peso, ma grazie al tuo blog ho scoperto e-motion, che mi ha già inviato un preventivo ottimo!!! Quindi grazieeeeee!!!! Sia i costi che i servizi sembrano ottimi, spero lo sia anche la qualità!

        vota commento
        Reply
        • Francesco Chiappini 9 aprile 2016 at 23:45

          Anna ciao,

          ti confermo che lo sta usando un mio cliente e si sta trovando molto bene.

          Ciao
          Francesco

          vota commento
  18. Giacomo 26 aprile 2016 at 12:26

    Ciao Francesco,
    innanzitutto complimenti per l’articolo, è molto dettagliato e in più offre dei consigli davvero utili.
    Io volevo semplicemente consigliarvi Click&Quick corriere espresso per le vostre spedizioni. Devo dire che è vantaggioso, veloce ed affidabile, offre molti servizi e permette anche di avere delle tariffe dedicate che vanno in base anche al peso per tutti i clienti nuovi o abituali che siano. In più è possibile tracciare le spedizioni dal momento del ritiro al momento della consegna sul loro sito web

    Spero di esservi stato di aiuto.

    vota commento
    Reply
  19. Paolo 10 giugno 2016 at 0:16

    Salve,
    per spedire io consiglio http://spedire.online: poggia su SDA/BRT/Click&Quick a seconda delle aree geografiche. Tariffa ok, e servizio clienti molto efficace

    vota commento
    Reply
  20. Giuseppe 16 giugno 2016 at 18:32

    Ciao Francesco,
    un articolo e un blog davvero illuminanti! Ti prego di rispondere a questa mia domanda:
    siamo prossimi all’attivazione di un ecommerce che andrà a “supporto” di una attività fisica ormai trentennale. Il punto su cui siamo più in dubbio è quello relativo alla spedizione e dunque al corriere a cui fare affidamento. Gli articoli che commercializziamo sono prodotti di cancelleria scolastica e d’ufficio, libri e belle arti. Dovendo attivare l’ecommerce ex novo, non conosciamo il trend di vendita che potremo avere, pertanto ti chiedo di dirmi quale soluzione risulterebbe ottimale per il mio caso specifico. Grazie in anticipo, Giuseppe

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 19 giugno 2016 at 18:37

      Ciao Giuseppe,
      grazie per il commento.

      In fase iniziale potrebbe essere un’ottima soluzione integrare il servizio e-motion del quale trovi un articolo più video all’interno del blog.
      Considera che a poco più di 6 euro hai la spedizione nazionale finita di tutti i costi e senza sorprese a fine mese (tra surcharge vari e fee addizionali).
      Inoltre E-motion per ogni città ha un suo rating per ogni corriere e di volta in volta sceglie il corriere migliore per spedire a seconda del servizio, prezzo etc.
      Lo puoi integrare nei principali cms ed automatizzare completamente il post vendita. Non ci sono costi di gestione del servizio.

      Lo abbiamo implementato su diversi clienti e ci stiamo trovando molto bene.
      Ci sono anche altri servizi paralleli molto interessanti come fermopoint.

      Se invece vuoi partire con un solo corriere essendo prodotti facilmente trasportabili fai le tue valutazioni sapendo che brt e sda sono tra i più competitivi ma per ogni filiale puoi trovare chi lavora meglio di altri.

      Saluti,
      Francesco

      vota commento
      Reply
      • Giuseppe 20 giugno 2016 at 20:08

        Grazie, seguirò i consigli e ne farò tesoro.

        vota commento
        Reply
  21. Nicki10 20 luglio 2016 at 11:59

    Articolo molto interessante 🙂 Io consiglio di prendere in considerazione anche servizi offerti da piattaforme come SpedireComodo, molto veloce ed economico!

    vota commento
    Reply
    • Vittoria 11 aprile 2017 at 14:26

      Ho letto molte cose positive su spedirecomodo che mi hanno convinta a provarlo, fantastico veramente 😀

      vota commento
      Reply
      • Francesco Chiappini 11 aprile 2017 at 17:43

        Dite a Spedirecomodo che spammare nei messaggi finti commenti o recensioni non aiuta il posizionamento di brand e seo, anzi non fate altro che danneggiarlo.
        Almeno utilizzate diverse mail no?

        vota commento
        Reply
  22. Daniel 20 settembre 2016 at 13:47

    Ciao Francesco,
    complimenti per tuo blog e articolo.

    Stiamo per avviare piccolo ecommerce di gioielli artistici artigianali, valore medio tra i 400 e i 1500 euro a prezioso.
    Sono gioielli piccolini, max 1 kg di peso.

    Per i primi 3-6 mesi non crediamo più di 30-35 articoli venduti, per i successivi 50-60.
    Sono andati bene test su Catawiki ed Etsy ma ci teniamo bassi.
    Quale corriere può darci buone garanzie (furto, merce rovinata, ecc) secondo te in questa situazione, più che altro… ne esiste uno? 🙂

    Essendo agli inizi abbiamo molti timori, la scelta del corriere è molto ardua 🙁
    Pensavamo a differenziare: provare corriereX+corriereY+corriereZ per 1-2mesi, ma si può fare? C’è una durata minima dei contratti? (alla peggio partiamo con qualche spedizione simulata, che invece arrivano a noi, “mistery shopping” interno per testare)

    Grazie!

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 24 settembre 2016 at 15:48

      Ciao Daniel,
      Grazie per averci contattato.

      Personalmente ho subito diversi furti sia su preziosi sia su settore elettronica da vari corrieri, soprattutto quelli low cost (Sda/Brt) e quindi apri una ferita 🙂
      Il consiglio è di assicurare la merce in all risk, costa di più ma in caso di furto sei protetto per il valore dichiarato in fattura.
      Puoi farla direttamente con il corriere (rimborso più veloce) o con assicurazioni esterne.
      Importante non spedire senza assicurazione!
      Come servizio per iniziare puoi valutare e-motion nel blog trovi un articolo dedicato con video che spiega il servizio, diversi clienti lo stanno utilizzando con soddisfazione.

      In bocca al lupo per i vostri progetti!
      Francesco

      vota commento
      Reply
  23. Chiara AG 25 settembre 2016 at 20:56

    Anche io ho provato un bel po’ di corrieri e tra questi mi ha colpita in positivo SpedireComodo 😀

    vota commento
    Reply
    • Francesca 11 aprile 2017 at 14:12

      Quoto. Trovo spedirecomodo sia uno dei migliori!

      vota commento
      Reply
      • Francesco Chiappini 11 aprile 2017 at 17:43

        Dite a Spedirecomodo che spammare nei messaggi finti commenti o recensioni non aiuta il posizionamento di brand e seo, anzi non fate altro che danneggiarlo.

        vota commento
        Reply
  24. pici 13 ottobre 2016 at 12:07

    Articolo molto interessante e ben fatto!
    Leggo di e-motion come una soluzione molto vantaggiosa e semplice. Nel caso si utilizzi woo-commerce (WP), come fare ad integrarlo (non sembra essere un’estensione disponibile)?

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 14 ottobre 2016 at 12:30

      Ciao Anna,

      puoi contattarli direttamente per informarti a riguardo.

      Saluti,
      Francesco

      vota commento
      Reply
  25. Francesca 26 ottobre 2016 at 17:13

    Bell’articolo, molto interessante. Io come corriere personale ho scelto SpedireComodo e ve lo consiglio alla grande; professionalità, sicurezza, risparmio..tutto in 1!

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 8 novembre 2016 at 20:29

      Ciao Francesca,
      la pubblicità di servizi esterni sui commenti è poco credibile, consiglio a spedirecomodo di utilizzare altri mezzi per fare brand awareness 🙂
      Ciao
      Francesco

      vota commento
      Reply
  26. carmelo 25 novembre 2016 at 11:46

    ciao a tutti…ho letto questo articolo perche sono un new entry nella vendita online e non so a chi chiedere per iniziare a trasportare merce venduta in tutte le parti d italia!….
    sono un negozio di ricambi per moto….chi mi puo dare un consiglio per un corriere di trasporto?……grazie in anticipo

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 26 novembre 2016 at 22:29

      hai valutato e-motion?

      vota commento
      Reply
  27. babi 26 novembre 2016 at 0:33

    Ciao, bellissimo articolo..
    Vorrei sapere qual’è il sito per spedire ed avere preventivi con BRT, poiché su quello ufficiale mi fa direttamente prenotare il ritiro per poter vedere i costi

    vota commento
    Reply
  28. salvopax 28 novembre 2016 at 13:05

    Articolo ben fatto e molto esplicativo. Però per chi comincia nel mondo dell’ecommerce, potrebbe rivelarsi problematico aprire un codice con un corriere espresso, specialmente se si hanno pochissime spedizioni all’inizio. Il rischio infatti è anche quello di dover pagare di più se ci si rivolge direttamente ai corrieri (assurdo ma vero). A tal proposito vorrei suggerire che è possibile usufruire degli stessi servizi di spedizione dei corrieri espressi, ma utilizzando uno spedizioniere online. Ci sono infatti molti siti internet che permetto di spedire tramite corriere espresso, ordinando e pagando la spedizione direttamente online e risparmiando un bel pò rispetto alle tariffe standard dei corrieri.

    vota commento
    Reply
  29. DANIELE 14 dicembre 2016 at 10:01

    Io invece uso Mail Boxes perchè mi gestiscono loro la spedizione e io ho il tempo per dedicarmi ad altro. Lavorano con i principali corrieri espresso nazionali ed internazionali, e affidano le consegne al corriere più conveniente o che lavora meglio a seconda della zona. Le tariffe sono competitive e la qualità/competenza è alta perchè si ha a che fare con delle persone vere e non con call center. A fine giornata mi arriva l’elenco delle spedizioni con i relativi tracking.

    vota commento
    Reply
  30. chiara 9 febbraio 2017 at 11:18

    buongiorno, articolo interessante, ho chiesto un contatto a e-motion per saperne di più.
    nello specifico noi stiamo cercando corrieri affidabili per il trasporto di articoli d’arredo e complementi per un ecommerce di prossima pubblicazione. in rete ho anche trovato invio srl, qualcuno lo conosce? sembra siano specializzati proprio in questo.
    grazie

    vota commento
    Reply
  31. LIsa 6 marzo 2017 at 11:45

    Salve,
    stiamo per attivare un servizio di e-commerce per una piccola azienda che tratta prodotti di integrazione e cosmesi. Le spedizioni penso si aggireranno intorno ai 2 kg circa per dimensioni che vanno tra i 20 e i 40 cm per lato. Secondo voi almeno per iniziare a chi potremmo affidarci considerando anche spedizioni fuori Italia?
    grazie

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 6 marzo 2017 at 11:47

      Ciao ti consiglio di valutare e-motion per ecommerce, ne parliamo approfonditamente in altro articolo e nei commenti

      vota commento
      Reply
    • LIsa 6 marzo 2017 at 12:00

      scusate aggiungo al msg di prima secondo voi che come prezzo di spedizione medio per i ns clienti quale dovremmo impostare nei vari tipi di spedizione (Italia, isole; Europa, estero?

      vota commento
      Reply
  32. francesco 8 aprile 2017 at 19:02

    Salve a tutti, conoscete delle società in grado di stoccare i prodotti e gestire gli ordini allo stesso tempo?

    Esempio: invio i miei prodotti alla loro logistica, vendo tramite il mio ecommerce e in fine loro spediscono ogni mio singolo ordine?

    Ovviamente con la possibilità di automatizzare tutto ( ordini, resi, e assistenza clienti)

    Grazie mille

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 11 aprile 2017 at 17:45

      Ciao Francesco,

      il servizio di logistica è molto diffuso e lo offrono molti corrieri. All’inizio puoi valutare e-motion è un ottimo servizio, vedi altri commenti per i dettagli.

      Ciao
      F

      vota commento
      Reply
  33. giuseppe 11 maggio 2017 at 17:49

    Salve ho un ECOMMERCE su ebay e spedisco all’estero con brt avrei bisogno di spedire con un vettore postale in forna più economica mica potete darmi qualche indicazione?

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 11 maggio 2017 at 18:15

      Ciao Giuseppe,

      Brt non ha sedi estere e si appoggia ad altri, quindi ti consiglio di valutare gli internazionali (DHL, TNT, UPS)
      Nel caso prova a sentire anche e-motion.

      Saluti,
      Francesco

      vota commento
      Reply
  34. giuseppe meliante 15 maggio 2017 at 17:13

    da noi il corriere più ecnomico è gls mentre brt è uno dei più costosi anche se forse tra i migliori aggiungerei sono curioso di provare e-motion secondo me sarebbe un ottima idea per chi come me fa ecommerce interfacciarsi con un solo corriere per l’Italia e per l’estero

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 23 maggio 2017 at 16:58

      E-motion non è più economico di avere contratti diretti, ma sopratutto in fase iniziale aiuta molto l’automatizzazione dei processi e la loro tariffa flat garantisce di evitare sorprese in fattura a fine mese.

      vota commento
      Reply
  35. Argentina 24 settembre 2017 at 13:33

    Bell’articolo 😀 io ho utilizzato svariate volte anche spedirecomodo e devo dire che è sempre filato tutto liscio…consigliato!

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 3 ottobre 2017 at 20:32

      Bene! puoi dire a spedirecomodo che fare spam nei commenti non è il massimo!

      vota commento
      Reply
  36. Lino Sabato 18 dicembre 2017 at 11:36

    L’importante è che NON usiate BARTOLINI, è davvero pessimo!

    vota commento
    Reply
    • mirco 1 gennaio 2018 at 9:25

      Anche Ioinvio un disastro ho le spedizioni dal 19/17 ancora non consegnate… sperando non le perdano.. 🙁

      vota commento
      Reply
  37. sara 18 febbraio 2018 at 23:08

    Grazie, articolo molto interessante! Avrei una domanda: vorrei aprire uno shop su Etsy e sto pensando al metodo migliore per spedire la mia merce. Sono un privato e quindi non ho un indirizzo aziendale, qualsiasi metodo di spedizione sceglierò sarò obbligata a scrivere l’indirizzo di casa mia sulla bolla? Esiste un metodo di spedizione che mi consenta di non rendere pubblico il mio indirizzo?
    (non so.. indirizzo di un punto di raccolta o altro..) Grazie in anticipo!

    vota commento
    Reply
  38. gianfranco 3 aprile 2018 at 15:34

    buona sera qualcuno puo’ consigliarmi un corriere che consegna frutta e verdura

    vota commento
    Reply
  39. Laura 2 maggio 2018 at 10:53

    buongiorno, sono una laureanda in ingegneria gestionale. Sto facendo la tesi su un’enoteca che decide di vendere online e quindi aprire un e-commerce. Quale trasportatori mi consiglia di più da scegliere? perché non riesco a trovare dei preventivi non avendo un’azienda. Grazie per la disponibilità!

    vota commento
    Reply
  40. Claudio 12 giugno 2018 at 18:13

    Solitamente sono presenti costi fissi mensili oltre al costo della spedizione?
    (esempio se io un mese non spedisco nulla quanto spendo mediamente?)

    Grazie

    vota commento
    Reply
    • Francesco Chiappini 15 giugno 2018 at 18:26

      Solitamente no!

      vota commento
      Reply

Leave a reply

come-scegliere-il-corriere-per-il-tuo-ecommerce
[i]
[i]