Redesign del Sito per Aumentare le Conversioni? Ecco come Aumentarle del 116%

Il tuo sito non converte abbastanza e decidi di ridisegnarlo  per aumentare le conversioni sfruttando il traffico attuale.
Oppure non è responsive (ossia “adattabile” nel layout per i vari device portatili come tablet e smartphones) e dovendolo aggiornare decidi di Applicare un redesign.

Il fatto di ridisegnarlo aumenterà le tue conversioni?

Si: Se ti baserai sui dati del tuo sito e sui comportamenti dei tuoi clienti ed apporterai modifiche strutturali modellando il sito sulle loro esigenze.

No: Se stravolgerai il layout non prestando attenzione alle abitudini dei tuoi visitatori potrai addirittura avere un effetto negativo e le tue conversioni diminuiranno o rimarranno tali.

QUANDO IL RESTYLING DEL SITO PORTA DEI RISULTATI:

Prima di iniziare il restyling del tuo sito ti consiglio di effettuare sondaggi ed interviste sui tuoi clienti.
Cerca di capire cosa, dove e come migliorare le criticità che portano alla luce.

Prima di effettuare il restyling sicuramente avrai raccolto tante informazioni utili dai tuoi clienti, sfruttale per le modifiche opportune.

Non pensare solo alla grafica ed al design, ma concentrati sulla usabilità.

Se hai già tanti clienti ti consiglio un restyling grafico minimo di modo da non disorientare i tuoi clienti rispetto alle sue abitudini.

Se posso portarti un esempio di un Top Player considera che Amazon che ha milioni di utenti negli ultimi dieci anni è cambiato a livello grafico in maniera graduale e mai radicale.

Ecco come era nel 2005:

Ed eccolo come era invece cinque anni fa:

Quello di oggi è milgiorato ma come vedi il design è diverso ma non radicalmente differente.

Il consiglio migliore è di ottimizzare il design in maniera costante e non ogni 3/4 anni.
Le modifiche vanno effettuato di volta in volta, testandole e verificando i risultati.

Se invece effettui restyling ogni 3/4 anni:

  • Non riuscirai a monitorare singolarmente le modifiche
  • Le modifiche ti costeranno molto perchè non riuscirai a massimizzare la spesa
  • Nuovi design soprattutto se radicali spesso producono effetti controproducenti
  • Nei 3/4 anni non sarai al passo con i tuoi competitor e il tuo sito sembrerà statico e non aggiornato
Il processo di redesign dunque è un processo di ottimizzazione costante (basato su un approccio analitico dei dati) e non Una Tantum.

QUANDO INVECE E' NECESSARIO UN REDESIGN RADICALE?

Ci sono dei casi invece dove è necessario un redesign completo del sito, in maniera drastica e radicale, ecco i principali:

  • Se il brand cambia direzione del business
  • Se la tecnologia utilizzata è obsoleta (non è responsive, utilizzo di Flash o tecnologie non più attuali)
  • Se il design è oggettivamente brutto e non al passo con i tempi oppure non identifica a dovere un sito corporate o di alto livello
  • Se hai poco traffico, pochi clienti
  • Se sono molte le criticità che i tuoi clienti portano alla tu attenzione.

In generale prima di effettuare qualsiasi attività di redesign è fondamentale Conoscere ed ascoltare i tuoi clienti (leggi l'articolo) per apportare le modifiche effettivamente utili ai tuoi clienti.

Inoltre dopo aver messo online il nuovo sito "ridisegnato" continua a testarlo ed ottimizzarlo in maniera costante.
Spesso ci vuole del tempo prima che il nuovo layout venga digerito e compreso dai tuoi visitatori (soprattutto quelli di ritorno)

Altre volte invece se hai ascoltato per bene i tuoi clienti e le modifiche apportate erano effettivamente quelle giuste il tuo sito potrà subire immediatamente un picco di conversioni.

ECCO COME HO AUMENTATO DEL 116% LE CONVERSIONI GRAZIE AL REDESIGN

Attualmente sto gestendo un B2B (www.mobilenetwork.it) dove  ho effettuato un restyling che ha portato un incremento del tasso di conversione del 116% (e le transazioni oltre del 300%) nel primo mese della messa online!!

Nella prima versione c'era una Splash Page (una pagina di solo login che anticipava la HomePage effettiva) in HomePage che limitava le visite e l'approfondimento del sito, è stata eliminata:

Ovviamente le modifiche non hanno riguardato solo il layout ma sono state anche strutturali e basate principalmente sulle richieste dei clienti raccolte in questi anni tramite sondaggi (online e offline), interviste, live chat e mail.

Essendo dei clienti B2B (quindi già clienti abituali) hanno apprezzato talmente tanto i benefici derivanti dalle modifiche effettuate che subito c'è stato un riscontro effettivo.

Considera che in un B2C la crescita è meno esponenziale ma il processo e le logiche di intervento sono le stesse.

Conclusioni

In generale ogni redesign può comportare dei rischi se non progettato e studiato a dovere prima di procedere.

Prima di procedere verifica per bene dove il tuo sito sta perdendo soldi e ottimizza le aree del tuo sito che hai individuato come migliorabili.

Metti i benefici dei tuoi clienti al vertice delle tue modifiche e il tuo redesign porterà sicuramente un aumento delle conversioni.

 

 

E-commerce & Web Marketing Manager, Formatore ed Autore. Preparo ed aiuto i giovani a diventare Ecommerce Manager e le Aziende ad aumentare i fatturati.
No Comments

    Leave a reply

    redesign-del-sito-aumenta-le-conversioni-ecco-come-aumentarle-del-116
    [i]
    [i]