Non aprire quel browser. L’analisi tecnica per ecommerce che nessuno ti ha mai detto di fare.

 

analisi tecnica sito

 

Il tuo sito di Ecommerce è fantastico: l’agenzia l’ha realizzato proprio come volevi, la grafica è accattivante e la navigazione rispetta le migliori Best Practices per avere un alto tasso di conversione.

Almeno questo è quello che ti hanno fatto credere!

Spesso dietro alle apparenze si celano gravi problemi di usabilità, solo che tu non lo sai, abituato come sei a vedere il tuo sito da 1 desktop, 1 smartphone e al massimo 1 tablet.

Sei proprio sicuro che tutto funzioni correttamente anche per le decine di combinazioni possibili tra device, sistemi operativi, risoluzione dello schermo e browser differenti?

E se scoprissi che esiste una consistente quantità di potenziali clienti che non comprano perché sui loro device il tuo sito presenta problemi tecnici?

Attenzione perché sapere la Verità potrebbe svegliarti dal tuo sonno catartico e farti vedere le cose da un punto di vista totalmente diverso, molto più complesso di come sei stato abituato finora.

Nel caso peggiore, potresti trovarti tra 10 minuti a telefonare immediatamente al tuo programmatore per chiedere spiegazioni. 🙂 Sei pronto?

blu-o-rosso

 

Raccogli indizi con Google Analytics

Come prima cosa, dovrai valutare il rendimento del tuo sito mettendo a confronto tra loro differenti devices, sistemi operativi, browser e risoluzione dello schermo. Solo così potrai raccogliere indizi su eventuali malfunzionamenti.

Ricorda che tra i più comuni fattori  che uccidono le conversioni ci sono proprio “banali” problemi di tipo tecnico, non importa quanto potente sia la tua Value Proposition o quanto geniale sia il tuo copy.

 

1. Confronta il tasso di conversione tra versioni browser diverse

 

Vai in Pubblico >> Tecnologia >> Browser e sistema operativo

NON fare l’errore di analizzare i dati aggregati così come sono. Le categorie di device devono essere analizzate separatamente, altrimenti ti ritroverai con numeri sbagliati. Quindi seleziona uno alla volta i tre segmenti preimpostati che dividono il traffico per categoria di device: “Traffico da desktop”, “Traffico da tablet”, “Traffico da cellulari”.

analisi tecnica google analytics

Poi seleziona come dimensione secondaria "Versione del browser", per identificare in maniera univoca i particolari browser che presentano problemi.

Infine imposta un filtro per visualizzare solo i browser che presentano almeno 100 conversioni.

IMPORTANTE: dai importanza unicamente ai browser che presentano almeno 100 conversioni, che è la soglia minima accettabile per avere dati statisticamente rilevanti. Ignora il resto dei dati e non farti trarre in inganno da essi.

Come puoi vedere dall'esempio sopra, Internet Explorer 11.0 è il browser che presenta il maggior numero di sessioni, ma presenta un tasso di conversione decisamente troppo basso (2,35 %) rispetto alla media del sito (5,29%).

Un tasso di conversione inferiore della metà e un valore troppo basso per essere attribuito al caso o ai gusti personali!

 

2. Confronta la frequenza di rimbalzo tra versioni browser diverse

 

Oltre alle conversioni, l'altro dato fondamentale da tenere sempre in considerazione è la Frequenza di Rimbalzo. Utilizza lo strumento "Confronto" in alto a destra sopra la tabella per avere una visualizzazione immediata dei browser dove gli utenti rimbalzano di più.

Perché Android 4.0 e Safari 7.0 presentano una Frequenza di rimbalzo così alta? Potrebbe essere la spia di problemi tecnici di cui non ti eri mai accorto finora!

[n.b: in questo caso ho tolto il filtro "transazioni > 100 in quanto ci interessano solo il numero di Sessioni]

analisi cross browser e cross device frequenza di rimbalzo

 

3. Quanto influisce la risoluzione dello schermo?

 

Un altro dato utile a "scovare" i problemi tecnici del tuo sito è la risoluzione dello schermo. Ci sono casi in cui, a parità di versione del browser, alcune risoluzioni presentano più problemi di altre.

Anche in questo caso non è difficile trovare delle anomalie, come ad esempio il basso tasso di conversione per la risoluzione 1280x1024.

 

analisi tecnica risoluzione schermo

 

Questi sono solo alcuni esempi di come trovare i punti di criticità di livello tecnico attraverso Google Analytics. Si può fare molto altro, ma per il momento è già un ottimo punto di partenza!

 

Come effettuare i test cross browser e cross device

Bene. Ora che ti sei riempito la testa di dubbi sul perché e percome ci siano questi problemi, è arrivato il momento di verificare di persona come il tuo sito viene visualizzato sui diversi browser, dispositivi e risoluzioni.

Quindi datti da fare e colleziona tra amici e parenti tutti i dispositivi, browser e schermi possibili...

Ovviamente sto scherzando! 🙂

Ci sono software che riescono ad emulare ogni tipo di device e mostrarti la navigazione su di essi. Tra questi il più famoso è BrowserStack (www.browserstack.com).

Puoi provarlo gratuitamente per 30 minuti, dopodiché le tariffe partono da un prezzo di 39 dollari al mese. Se non sei un agency, puoi anche acquistare il servizio solo per il tempo necessario ad effettuare tutti i controlli e sistemare i bug.

Con BrowserStack puoi inserire tutti gli URL che desideri e simulare la navigazione con tantissimi tipi di dispositivi, browser e risoluzioni schermo. L'operazione può risultare lunga, ma se parti dai dati che hai raccolto con Google Analytics, sarai in grado di dare priorità al lavoro e partire subito dai problemi più gravi.

Ti consiglio come prima cosa di testare i template delle pagine prodotto e del checkout, che in un ecommerce sono i più importanti.

Abbiamo visto sopra che Internet Explorer 11.0 è il browser più utilizzato dagli utenti del sito in questione, ma al contempo presenta un tasso di conversione troppo basso. Selezioniamolo e inseriamo un URL del sito, in questo caso una scheda prodotto.

browserstack test cross device

 

E...sorpresa! Ecco come viene visualizzata la scheda prodotto su Internet Explorer 11.0:

 

analisi tecnica google analytics

 

Gli elementi sono completamente fuori posto, con l'immagine principale spostata in basso a trasmettere una idea di amatorialità, quando nella realtà si tratta di un Ecommerce importante che fattura milioni di euro!

I sospetti sollevati dal Analytics sono stati confermati. Il prossimo passo sarà quello di testare il resto delle pagine con quella versione browser e fare degli stamp da mandare ai programmatori. Poi, la stessa operazione va fatta anche per le altre versioni di Internet Explorer per capire se è un problema della versione o del browser in sé.

 

Puoi effettuare questa operazione anche per tutti i principali dispositivi Mobile:

 

analisi tecnica sito ecommerce

 

Conclusioni

L'analisi tecnica è il punto di partenza imprescindibile se vuoi ottimizzare il tuo sito Ecommerce. Non ne puoi fare a meno!

Con strumenti come BrowserStack puoi accedere ad una infinità di combinazioni tra Device, Browser e Risoluzioni, ma per non perderti dai sempre priorità ai dati importanti di Analytics come il numero di Sessioni, le Conversioni e la Frequenza di Rimbalzo.

Ti è mai capitato di trovare problemi gravi con una analisi cross-browser e cross-device? Raccontaci la tua storia nei commenti qui sotto!

 

 

 

 

Marketing Automation Specialist - Mi occupo di marketing comportamentale e personalizzazione dell'esperienza di acquisto online. Ogni utente è diverso ed ha specifiche esigenze: è il sito che deve adattarsi a loro e non viceversa!
No Comments

    Leave a reply

    non-aprire-quel-browser-l-039-analisi-tecnica-per-ecommerce-che-nessuno-ti-ha-mai-detto-di-fare-ecommerceschool-blog-formazione-in-e-commerce-management