MANAGEMENT

DROPSHIPPING ECOMMERCE TUTTA LA VERITÀ E QUELLO CHE NESSUNO TI DICE SU FORNITORI E PRODOTTI DA VENDERE

Ciao da Francesco,

Oggi ti parlo di un argomento caldissimo. Il Dropshipping.

Partiamo dalle basi per poi andare a spiegare tutto in dettaglio.

Quando si parla di dropshipping si commette un errore alla base.

Infatti viene definito come un modello di business, ma non è altro che un modello di gestione dello stock.

Il modello di business è totalmente un’altra cosa ed è a monte di tutto il progetto, non è l’argomento di oggi e lo spiego dettagliatamente nei corsi di base.

Quando fai ecommerce puoi fare magazzino o utilizzare quello di un tuo fornitore per esempio in modalità, appunto, di dropshipping.

DROPSHIPPING QUALI FORNITORI MIGLIORI:

I Fornitori principalmente sono di due tipologie:

  • Fornitore Online (Cinese o Italiano cambia poco)
  • Fornitore Offline

Molti improvvisati vendono corsi sul dropshipping consigliando Shopify + Oberlo o altri fornitori online, facendosi vedere su lamborghini o yacht, ma guarda caso non fanno vedere i loro ecommerce o quelli dei loro studenti, perchè alla fine non c’è un bilancio pubblico e questo tipo di attività non funziona e non produce utile (magari fatturato, ma non utile).

Ti dico questo perchè nella mia esperienza ventennale ho anche fatto questo tipo di business che ho chiuso poco dopo e ho dimostrato numeri alla mano che in questo modo stai solo perdendo tempo.

Fidati dei numeri non delle sponsorizzate.

VANTAGGI E SVANTAGGI DEL DROPSHIPPING:

Ti elenco una serie di svantaggi nel trovare un Fornitore Online:

  • Il Fornitore online offre lo stesso catalogo, prezzi e costi di spedizione a decina, centinaia o migliaia di altri venditori come te. Non c’è differenza nel trattamento che puoi avere.
  • Non è difficile arrivare a quel fornitore o accedere a quel catalogo basta cercare su Google
  • I prodotti (Soprattutto dei fornitori cinesi) sono di bassissima qualità e devi gestire centinaia di resi
  • Non avrai mai dei prezzi competitivi perchè i tuoi saranno per lo più ordini singoli (e non avrai potere di acquisto confronto magari di chi fa stock)
  • Questo modello non funziona perchè quei prodotti sono iper distribuiti, venduti da tutti, addirittura ora anche dagli stessi cinesi che tramite aliexpress e altri canali vendono direttamente.
  • Gli altri venditori come te, che non hanno fatto tanto sforzo a trovare un fornitore online, li troverai sugli stessi canali (ebay, amazon etc) e comunque il tuo prodotto di solito è già iper distribuito e c’è la guerra di prezzi.
  • I margini si riducono sempre di più perchè sei piccolo, l’unica tua leva è il prezzo e i tuoi concorrenti spesso si accontentano di marginare 1 euro sul prodotto in quanto sono loro degli improvvisati che non sanno cosa è un conto economico, e applicano margini del 10% sulla vendita.
  • Se hai più fornitori dovrai fare un ordine a ogni fornitore ed il cliente ricevere un pacco per ogni fornitore (con relativo disagio)!
  • La gestione dei resi/giacenze prodotto è spesso problematica.
  • I tempi di consegna sono spesso biblici
  • Non hai marginalità sulla vendita spesso per fare campagne Marketing ed acquisire clienti, la spesa supera il ritorno.
  • E’ difficile trovare Fornitori che ti garantiscono un servizio ottimale e quei pochi che lavorano bene sono
  • Non puoi mettere niente dentro i pacchi (cross selling) come flyer, over delivery omaggi etc etc.

Ce ne sarebbero poi altri, ma mi sembra già un elenco abbastanza lungo!


IL DROPSHIPPING FUNZIONA?

Se fai dropshipping stupido come ho scritto su, trovandoti fornitori inutili, domandati:

  • Perchè un fornitore dovrebbe darmi un prezzo migliore di grosse strutture che acquistano lo stesso prodotto in quantità più elevate?
  • Cosa offro di più rispetto ai miei competitor visto che il mio prodotto è già iper distribuito?
  • Il Margine che guadagno sarà sufficiente a coprire i costi (anche se sono minimi) ?

Molti dropshipper si ritrovano a vendere con margini inferiori al 10-20% (che sui marketplace tolte le commissioni significa andare in perdita)

Se devi tirarci fuori uno stipendio ti conviene intraprendere una carriera da Ecommerce Manager, guadagni molto di più.

Se vuoi fare ecommerce – questo è veramente importante che tu lo comprenda – devi fare impresa, pensare in grande e capire che prima di tutto devi diventare un imprenditore, poi un imprenditore ecommerce che ha competenze aggiuntive e solo dopo puoi studiare ed applicare il dropshipping.

Con i fornitori online non c’è margine sui prodotti necessario a poter crescere nel tempo, fare utile.

Se poi ci aggiungi il costo delle ads e di acquisizione clienti, dei software, di shopify stesso, delle persone che ti servono, degli investimenti che dovrai sostenere nella crescita la marginalità è pari a zero. 

UTILE PARI A ZERO. o a pochi spiccioli.

E non sto parlando di fatturato. Il fatturato conta il giusto.

Se poi un caso di successo in dropshipping con fornitore online è un ecommerce che fa 300/400k l’anno online, sicuramente allora non ci siamo proprio, il tuo obiettivo è di pensare in grande e tirarci fuori dei soldi non farli girare sul conto e bruciare cassa.

Infatti quando senti fatturato 30k/mese devi considerare che a questi 30k devi togliere:

Costo del prodotto (mediamente 50 a un 80%) considerando che spesso molti vendono scontati significa avere una marginalità sulla vendita di 10-20% reali

  • Costi Advertising o % di affiliazioni
  • Software
  • Costo marketing (foto, video etc) prodotto
  • Costi Variabili (spese di spedizione, resi, pagamenti, costi sviluppo e mantenimento piattaforma)
  • Software
  • Risorse umane 
  • Impatto dei resi
  • % Marketplaces se vendi sui marketplace che vanno dai 15 ai 18

Tolti tutti questi costi, se rimane un utile e non ti sei bruciato il cashflow in cene, vestiti e macchina nuova, ti saranno rimasti pochi spiccioli, che poi ti verranno tassati del 50%.

Come ti dicevo, se i tuoi obiettivi sono questi, a questo punto ti conviene davvero puntare ad una carriera di ecommerce manager perchè guadagni di più, è un lavoro stabile, pieno di futuro e dove si può crescere con ottimi stipendi.

In venti anni di ecommerce ne ho visti davvero tanti di ecommerce chiudere non fare questo errore anche tu.

Di ecommerce in dropshipping con fornitori online che fanno numeri ce ne sono davvero pochissimi, specialmente in confronto a tutti quelli che vengono chiusi (il 95% degli store shopify chiude entro un anno)

Ancora prima di pensare al dropshipping devi avere le basi di management e di marketing, senza non vai da nessuna parte.

Preoccupati di saper leggere o fare un bilancio preventivo, non seguire i soldi facili, per fare i soldi con l’ecommerce devi applicarti, studiare e utilizzare un sistema insieme a delle competenze manageriali che sono indispensabili.

Non ti fare abbindolare da chi ti vende fornitori online e facili guadagni, perchè ad oggi non ci sono modelli che funzionano ed è più complesso di quello che pensi fare la guerra con prodotti già diffudi ed iperdistruibuiti.

 Sono i fornitori online gli unici che fanno business davvero sono i distributori che offrono il servizio di dropshipping.

Il business in mano ce l’hanno loro e non tu.

Tu sei un agente di commercio che vende i loro prodotti, peccato che sei tu e altri centinaia di migliaia di venditori sugli stessi canali di vendita.

Ora vediamo invece…

COME E QUANDO FUNZIONA IL DROPSHIPPING

Ti premetto che se un progetto ecommerce funziona non dipende dal dropshipping, ma dal modello di business, dal posizionamento, dalla tua identità e di come ti sei differenziato dalla competizione.

Detto questo e se parliamo di gestione dello stock, può essere una buona opportunità lavorare in dropshipping quando invece di affidarti ad un grossista o un fornitore “di massa” trovi un tuo fornitore con la quale instauri una partnership. 

Essendo una tua scoperta potrai richiedere l’esclusiva della vendita online dei suoi prodotti o stringere una forte partnership che ti permette di entrare nel mercato in modo competitivo.

Potrai prendere accordi per la gestione dei pacchi per esempio personalizzandola o mettendo all’interno dei flyer, puoi trovare un accordo vantaggioso sui resi, integrare i sistemi informatici ad hoc per migliorare l’intero flusso e automatizzare completamente i flussi di gestione.

In Ecommerce School abbiamo un sistema ben preciso per individuare il fornitore, preparare una presentazione e un accordo commerciale win win.

Ci sono tante realtà retail (aziende di produzione, grossisti, distributori) che hanno una necessità (a volte disperata) di aumentare le vendite e di far ruotare l’intero magazzino e ancora non sono presenti online.

Nel sistema che uso, prima ovviamente va individuata la nicchia e poi il fornitore che deve corrispondere a dei requisiti per poter creare una partnership.

Inoltre non capita spesso che lo stesso fornitore possa voler acquistare l’ecommerce o entrare in società.

Nella mia percorso formativo parlo a fondo di come impostare un business rivendibile, gestire la logistica, gli acquisti e come blindare il tuo fornitore per crearti opportunità di vendita in Italia come in tutto il mondo.

Visto che non devo nascondere niente a nessuno a differenza di molti 🙂 questo è l’ultimo ecommerce di mia proprietà messo su in modalità dropshipping (in realtà è un network di 4)

Sono 4 domini diversi (ita-es-worldwide + altro dominio generalista) collegati ad un unico backend con integrazioni e automazione completa di tutti i flussi di gestione.

Fornitore italiano, produttore, accordo partnership strettissimo, alta marginalità, completamente automatizzato e già pronto per la rivendita al produttore stesso o la partnership societaria.

Completamente automatizzato, con dei bassi costi di gestione (alti in fase di startup ma bassi subito dopo perchè si è investito molto sulle automazioni, cosa che oggi ci permette di avere costi molto bassi di gestione tra risorse umane e operations).

Sono tanti gli esempi di ecommerce in dropshipping con fornitori offline che vanno bene, a differenza di quelli online.

E’ giusto anche che tu sappia che gli ecommerce che fanno milioni e milioni di fatturato hanno solitamente magazzino, che da un lato aumenta il rischio di impresa, ma dall’altro offre tutta una serie di vantaggi che approfondirò in un video dedicato. 

Puoi creare un business profittevole con l’ecommerce sia con il magazzino sia con il dropshipping, ma devi comprendere cosa c’è a monte del dropshipping, ossia quello che rende vincente un progetto da un altro che invece chiude, e come implementarlo tramite un sistema ben preciso. 

La parola dropshipping in se non indica altro che una modalità della gestione dello stock, fare ecommerce è invece l’insieme di tante altre attività da pianificare e realizzare che renderanno o meno vincente il tuo progetto.

Post correlati

La differenza tra cliente e partner (e come non farsi fregare da consulenti e web agency)

Francesco Chiappini

QUALI SERVIZI OFFRIRE IN UN ECOMMERCE?

Francesco Chiappini

Creare un e-commerce scalabile e non lavorare più

Francesco Chiappini

Lascia un commento

Accetto e dichiaro di aver letto l’Informativa Privacy