Remarketing su Youtube: La guida per Ecommerce

Google negli ultimi anni sta rendendo l’esperienza di ricerca (e di advertising) sempre più interattiva e visuale e il Remarketing su YouTube è lo strumento principe per raggiungere gli utenti nel modo più coinvolgente possibile. In particolare è utile per:

  • Attirare l’attenzione degli utenti e presentare un’offerta specifica in base alle loro esigenze
  • Stabilire una connessione di migliore qualità e rafforzare la percezione del brand
  • Comunicare con parole e video anziché usare banner spesso ignorati.

Oggi ti mostrerò un’applicazione del Remarketing su YouTube per un Negozio di Abbigliamento. L’obiettivo sarà mostrare un annuncio video a tutti gli utenti che hanno visitato la sezione “Saldi Uomo” sull’Ecommerce e spingerli a riconsiderare l’acquisto di un capo di abbigliamento.

Per prima cosa dovrai creare un “Elenco di Remarketing” dal tuo account Adwords. In questo modo andrai a specificare quale segmento dei tuoi visitatori visionerà l’annuncio promozionale. L’elenco di Remarketing creato potrà essere utilizzato per mostrare anche altri formati di annunci sulla rete Display.

Per iniziare, clicca su “Libreria Condivisa” e poi su “Segmenti di Pubblico”.

1-libreria condivisa

Arrivato a questo punto, Adwords ti chiede che tipo di Elenco creare. Dato che il nostro ipotetico negozio vuole intercettare tutti coloro che hanno visitato alcune sezioni specifiche del sito (Saldi per Uomo), la scelta migliore è selezionare l’opzione “Visitatori del tuo sito web”.

Altro caso interessante dell’uso del remarketing per Ecommerce è inserire gli indirizzi email degli acquirenti passati per “Riattivarli” e farli comprare di nuovo dal nostro negozio.

2-scelta tipo remarketing

La schermata successiva ti chiede se utilizzare il Remarketing Dinamico. Da pochi mesi è possibile utilizzarlo in combinazione con i video Youtube, ma non è questo il nostro caso. Lascia la casella in bianco e clicca sul pulsante “Imposta il Remarketing”.

3

Ti appare ora una finestra in sovraimpressione con un codice da installare nel tuo sito. Puoi implementarlo da solo oppure inviarlo al tuo responsabile Ecommerce per affidargli l’integrazione. Tale codice va installato su tutto il sito. Solo nel passo successivo andrai a dire a Google quale tipo di visitatori selezionare in base alle tue esigenze.

4

Una volta chiusa la finestra con il codice, vediamo che Google ha creato in autonomia il primo elenco “Tutti i visitatori”. In questo elenco ci saranno tutti i visitatori del nostro Ecommerce e sarà utile quando vorremo lanciare una campagna su larga scala diretta a tutti i nostri tipi di visitatori.

Considerato però che il nostro obiettivo è un altro (far vedere un annuncio video solo a chi ha visitato la sezione Saldi Uomo sul nostro sito), procediamo a creare un nuovo Elenco per il Remarketing, cliccando sul pulsante rosso.

5

Inseriamo un nome per il nostro elenco di Remarketing e decidiamo chi aggiungere al nostro elenco. Il nostro obiettivo è selezionare chi ha visitato una categoria di pagine (Saldi Uomo) e che, tuttavia, non ha acquistato.

Quindi vado ad aggiungere alla prima riga la Regola: URL Contiene “saldi-uomo”, mentre aggiungo alla seconda riga la Regola: URL Non Contiene: “Order-confirmed”.

Nel caso del tuo Ecommerce queste due URL sono sicuramente diverse da quelle menzionate come esempio. Assicurati di trovare quelle più pertinenti al tuo target e fai in modo di escludere coloro che hanno già acquistato dal tuo sito web.

6

Ora che hai terminato la selezione del target puoi creare la tua prima campagna video. Torna sulla schermata principale e clicca sul pulsante rosso “+ Campagna” e poi su “Video”.

7

Dai un nome alla tua campagna e inserisci il Budget che hai prefissato, la lingua e l’eventuale esclusione o potenziamento dell’offerta per i dispositivi mobili. Nota che, in basso, la pubblicazione degli annunci è ottimizzata per conversione e che ho inserito un limite massimo giornaliero di 3 impressioni al giorno per utente unico.

In tal modo eviteremo di sovraesporre l’utente al messaggio promozionale ed evitare sentimenti di avversione nei confronti del nostro brand!

8

Il secondo step consiste nella creazione del gruppo di annunci e nell’inserimento del video promozionale. Ti consiglio di caricare il video sul canale ufficiale Youtube del tuo Ecommerce così da avere poi più dati sulle sue visualizzazioni.

Come vedi, puoi scegliere tra annuncio “In-Stream” ed “In-Display”. Per i nostri obiettivi scegliamo l’annuncio “In-Stream” che ci permette di pagare solo quando l’utente visualizza almeno 30 secondi del nostro video. Per informazioni più approfondite sui due tipi di annunci ti rimando alla guida ufficiale Adwords.

Puoi caricare anche un “Banner Companion”, ovvero un banner che rimarrà cliccabile e visibile in alto a destra anche dopo che l’utente avrà concluso la visualizzazione del video.

9 remarketing su youtube

Inserisci quindi un CPV (Costo massimo per Visualizzazione) per la tua azione di Remarketing su Youtube. Molto probabilmente il costo per visualizzazione sarà abbastanza basso poiché l’interazione degli utenti col video sarà alta.

Non dimenticare che gli annunci di Remarketing su Youtube seguono sempre la stessa logica ad asta degli annunci tradizionali e il loro prezzo medio tende a diminuire con l’aumentare del tasso di interazione di chi li visualizza.

92

Nella sezione Targeting a fine pagina puoi selezionare il tuo elenco creato ad Hoc pochi minuti prima “Promo Saldi Uomo”.

93

 

Siamo finalmente sicuri che il video sarà visualizzato solo e soltanto da chi ha navigato nella sezione “Saldi Uomo” ma non ha completato l’acquisto. La campagna di Remarketing su Youtube si attiverà automaticamente non appena l’elenco personalizzato avrà collezionato un centinaio di visite.

Per concludere, alcuni suggerimenti per il video:

  • Presenta la tua offerta nei primi secondi per evitare che l’utente decida di “saltare” il video perché non interessato
  • Fai in modo che la visione della pubblicità porti valore all’esperienza di acquisto dell’utente, offrendo un coupon che garantisce una spedizione gratuita o uno sconto ancora maggiore per un carrello superiore a una certa somma.
  • Direziona l’utente sulla pagina d’interesse e non sulla Home page del sito.

Alla prossima!

Conversion Rate Optimizer. Ogni opinione personale nella CRO conta poco più che decidere lanciando una moneta. Il successo deriva dal ripetersi di tre step: Costruisci, Misura, Impara.
No Comments

    Leave a reply

    [i]
    [i]