Instagram lancia Shopping per vendere i prodotti online

L’utilizzo dei social network per le vendite online sta diventando sempre più pregnante all’interno del mercato e-commerce. Ora anche su Instagram.

L’applicazione di condivisione acquistata da Facebook ha lanciato in Italia Shopping, la funzione che permette ai brand, attraverso appositi tag, di indirizzare gli utenti all’acquisto di un determinato prodotto.

Instagram ha fatto molta strada dall’acquisizione per un miliardo di dollari da parte di Facebook, avvenuta 6 anni fa. Non è più solo un’app ‘pop’ per condividere foto con gli amici: ora offre video, gli inserzionisti sono corteggiati in massa, ed è diventata una piattaforma importante per i marchi e le celebrità.

Ma Instagram sta anche emergendo come un importante strumento di e-commerce per i rivenditori di tutto il mondo.

Nel lontano novembre 2016, Instagram ha iniziato a testare una nuova funzionalità di “post shopping” che ha permesso a un numero ristretto di aziende di presentare foto dei prodotti con didascalie quali prezzi, descrizioni e link per acquistare il prodotto direttamente.

Gli acquisti su Instagram sono stati estesi alle aziende di tutti gli Stati Uniti, e ora la funzionalità viene estesa anche a otto mercati internazionali.

A partire dal 20 marzo, i commercianti di Italia, Regno Unito, Canada, Brasile, Australia, Germania, Francia e Spagna, potranno promuovere i loro prodotti attraverso le foto di Instagram.

Mentre questo probabilmente sarà abbracciato dai rivenditori locali all’interno di ogni mercato, apre anche gli affari ai rivenditori globali e piattaforme di e-commerce che finora si sono limitati a vendere i loro prodotti attraverso Instagram negli Stati Uniti.

Dal momento che Instagram non consente collegamenti in didascalie, Shopping ha lo scopo di rendere più facile per i marchi guidare i seguaci ai loro negozi di e-commerce, garantendo che gli utenti continuino a trascorrere del tempo nell’app prima di spostarsi altrove.

Quando si clicca su un post che utilizza Shopping vengono visualizzati dei popup con i prezzi e un link a una nuova pagina all’interno dell’applicazione con maggiori informazioni.

Questa pagina contiene anche un pulsante «Shop Now» che indirizza gli utenti al prodotto sul negozio online del marchio. Agli utenti basta un click sull’icona con la borsa della spesa per ottenere foto e informazioni su un determinato prodotto, acquistabile sul sito web del marchio senza doverlo cercare online.

Si comporta essenzialmente come una vetrina in modo che gli utenti possano esplorare i prodotti delle aziende che seguono: cliccando sul post, si vedrà infatti immediatamente il nome e il prezzo del prodotto e con ulteriore clic sul tag si otterrà l’accesso a una pagina contenente informazioni più dettagliate, il tutto senza entrare nel sito web aziendale.

Oltre alle attuali informazioni che Instagram offre per le aziende, i brand potranno vedere quali post ottengono il maggior numero di clic sui prodotti e quali tag dei prodotti sono più popolari.

Instagram ha detto che ha intenzione di monetizzare la funzione consentendo agli account business di raggiungere anche degli utenti e quindi potenziali clienti che ancora non li seguono.

In un comunicato stampa, il responsabile degli affari di Instagram, Jim Squires, ha dichiarato: «Le persone vengono u Instagram ogni giorno per scoprire e acquistare prodotti dalle loro aziende preferite. Vogliamo essere quell’esperienza senza soluzione di continuità. Che si tratti di un negozio di artigianato, di fiori o di abbigliamento locale, fare shopping direttamente su Instagram non è mai stato così facile».

Del resto sono oltre 200 milioni le persone che visitano un profilo business ogni giorno, e un terzo delle Storie più popolari di Instagram sono proprio di brand. Solo nello scorso mese, inoltre, ci sono state più di 180 milioni di interazioni tra business e persone su Instagram.

Il lancio di Shopping conferma uno dei trend più in voga nel commercio online, ovvero quello del social e-commerce.

Una strategia e un’abitudine particolarmente consolidata soprattutto in Cina, mercato all’interno dei quale molti brand stanno sperimentando diverse strategie grazie a WeChat.

WeChat, lanciato dal gigante di internet Tencent nel 2011, conta oggi 806 milioni di utenti attivi mensili. Ed ha trasformato completamente le abitudini digitali della Cina e dei suoi abitanti.

L’app ha un sistema di pagamento integrato, e la gente lo usa per prenotare taxi, comprare articoli, pagare le bollette elettriche e molto altro ancora. Oggi si sta sempre di più trasformando in vero e proprio mercato virtuale dove i marchi vendono i loro prodotti online, implementando nuove strategie.

No Comments

    Leave a reply

    [i]
    [i]